Lykogiannis esulta dopo il gol all'Udinese | Foto Luigi Canu

Cagliari, che sorpresa: Lykogiannis ora è imprescindibile

Mirino ben posizionato, rincorsa decisa, mancino a giro forte e preciso e palla in fondo alla rete. Contro l’Udinese, Charalampos Lykogiannis ha tolto fuori dal suo cilindro rossoblù la seconda magia stagionale. Nessun trucco, nessun inganno. La perla del difensore greco è soltanto l’ennesima prova che certifica la sua crescita esponenziale fatta registrare con Eusebio Di Francesco in panchina.

Determinante

Dodici presenze tra campionato e Coppa Italia, 917 minuti totali collezionati, due gol, un assist e un’annata che pare già pronta per essere incorniciata per l’ex Sturm Graz. E non solo per la prima gioia in Serie A arrivata nel 4-2 della Sardegna Arena contro il Crotone. Il ventisettenne nazionale ellenico ha infatti finalmente trovato quella tanto sperata continuità di rendimento che gli era mancata nelle prime due stagioni e mezzo vissute in Sardegna. Merito, soprattutto, della cura rigenerante del “Dottor Di Fra”, capace di trasformare “Babis” in una pedina imprescindibile nel suo 4-2-3-1. Spesso vero e proprio centrale aggiunto, Lykogiannis affianca i due difensori perni della retroguardia in fase di impostazione, riuscendo tuttavia a sganciarsi dalla catena arretrata e spingere sulla corsia mancina quando i rossoblù si propongono in avanti. Un giocatore ormai determinante per entrambe le fasi di gioco dell’undici isolano.

In diagonale

Ieri, nel pari casalingo con l’Udinese, un’altra prestazione convincente per il numero 22, primo per cross (cinque), conclusioni dirette verso la porta di Musso (due) e per palloni intercettati (due, come il compagno di reparto Ceppitelli e il rumeno Marin). In mezzo, due diagonali difensive da applausi che hanno sbarrato la porta agli attaccanti dell’Udinese lanciati verso la porta e impreziosito ancor più una partita da 7 pieno in pagella per il terzino greco.

Dopo i tanti infortuni dell’annata 2018-2019 e la maggior parte delle presenze della scorsa stagione collezionate soltanto sul finire di un campionato vissuto tuttavia in pieno dualismo col giovane Luca Pellegrini, ecco quest’anno la grande fiducia di mister Di Francesco. Maglie da titolare e un copione da protagonista assoluto da recitare in queste prime 13 uscite di campionato: il Cagliari, ora, si gode un nuovo Lykogiannis.

Alessio Caria

 
1 Commento
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti