Di Francesco, Giulini e Carta

Cagliari, cosa aspettarsi dall’ultimo giorno di mercato

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

“Valuteremo cosa è meglio per questa squadra, non solo per quanto riguarda le entrate ma anche le uscite”, ha dichiarato Eusebio Di Francesco dopo il pari beffa di ieri pomeriggio tra Cagliari e Sassuolo. Parole che infiammano ancor più l’ultimo giorno rossoblù di un mercato che chiuderà ufficialmente i battenti questa sera alle 20.

Il play e le uscite

Con Pajac in orbita Brescia e Oliva pronto a vestire la maglia del Valencia, è sempre il tema regista a tenere banco in casa isolana. Secondo quanto ricostruito dalla nostra redazione, il club di Tommaso Giulini e Pierluigi Carta proverà fino all’ultimo a regalare al tecnico abruzzese il tanto richiesto play e rinforzare una linea mediana che, nel frattempo, dovrebbe privarsi di un Caligara a un passo dall’Ascoli. Il sogno resta Erick Pulgar (affare che resta difficilissimo con la Fiorentina) mentre il nome caldo delle ultime ore è il classe ’97 dell’Hertha Berlino Santiago Ascacíbar.

In avanti

E in attacco? Pavoletti viene da un periodo di inattività lunga che paga durante gli allenamenti. Negli ultimi giorni si è fermato per un problema alla schiena. Il troppo però non fa mai bene, si rischia di perderne due al posto di uno. Uno sul mercato? Valuteremo quale sarà la soluzione migliore per tutti, se mettere nel mercato o se dovrò essere bravo io a gestire i tre attaccanti”, aveva detto Di Francesco nel post partita di Genova. Parole che diventano d’attualità quando mancano soltanto poco più di 9 ore alla chiusura della finestra invernale di mercato…

Redazione

 

Al bar dello sport

4 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti