agenzia-garau-centotrentuno
esultanza-cagliari-roma-sanna

Cagliari, gioco e risultati: Semplici ha trovato la continuità perduta

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

“Parma, Udine, Roma e Napoli”, si legge sul dépliant passato in fretta tra le mani di Joao Pedro e compagni. Tutte tappe del recente tour italiano del Cagliari di Leonardo Semplici, finalmente riuscito ad imboccare con la sua auto rossoblù l’autostrada di quella continuità mai trovata prima d’ora in stagione.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Numeri

Nove gol segnati e dieci punti nelle ultime quattro gare. Frutto di tre successi e del recentissimo pari allo scadere in casa del Napoli di Gattuso.

Lancio di Duncan, inserimento perfetto di Nandez e tocco ravvicinato del Leone uruguaiano prima dell’apoteosi generale tra campo e panchina. Un’incredibile doccia gelata per gli azzurri. Un bagno caldo e rassicurante, invece, per il Cagliari di Leonardo Semplici, riuscito a schiodarsi da quel terzultimo posto in classifica che, fino a poco prima del successo col Parma, aveva ormai assunto le sembianze di una certa condanna. Ieri, allo Stadio Diego Armando Maradona, ecco che i rossoblù hanno collezionato il quarto risultato utile consecutivo. Un record assoluto per questo campionato dopo la striscia di 13 sfide di fila fatte di pareggi e vittorie centrata nella scorsa annata con Rolando Maran in panchina. Un dato arrivato a migliorare lo score di tre partite senza sconfitte cominciato all’inizio dell’era Semplici col successo per 2-0 in casa del Crotone.

Prestazioni

Dodici tiri totali e ben sette nello specchio della porta. Altrettante occasioni da gol e un 44% di possesso palla. Contro un Napoli in piena corsa per un posto nella prossima Champions League, i rossoblù hanno definitivamente rafforzato quella convinzione nata dopo il gol di Cerri contro i crociati di D’Aversa e cresciuta nelle successive uscite. Testa, cuore e un gioco finalmente ritrovato dopo le tante – troppe – prestazioni opache che avevano oscurato questa stagione. Con pochi ingredienti, Semplici è riuscito così a riconsegnare ad attori come Nandez – terzo in rosa per Expected Goals creati alle spalle soltanto di Joao Pedro, Pavoletti e Simeone (fonte Understat.com) -, Nainggolan e Deiola il ruolo di protagonisti nella mission impossibile isolana. E a riaccendere con vigore la speranza salvezza del suo gruppo ritrovato.

“La gara di Benevento? Non dico che potrebbe essere uno spartiacque, dato che mancherebbero ancora tre partite, ma sarà senz’altro un impegno importantissimo. Dobbiamo continuare su questa strada, abbiamo raggiunto il quart’ultimo posto ma ancora non abbiamo fatto niente”, ha dichiarato il tecnico rossoblù. Dopo aver imboccato la strada della continuità smarrita, Semplici e il suo Cagliari sono ora pronti alla “tappa Benevento”. La più importante nell’ultimo, decisivo tour di fine anno.

Alessio Caria

 
1 Commento
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti