agenzia-garau-centotrentuno
mazzarri-cagliari

Cagliari, Mazzarri il pittore: come disegnerà la difesa anti-Sampdoria?

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Se non è sirena di emergenza è comunque campanello d’allarme. La difesa del Cagliari, la seconda più battuta del torneo con 16 reti subite dopo lo Spezia (19), ha gli uomini contati per la prossima, decisiva, sfida alla Sampdoria, domenica 17 ottobre ore 12.30 alla Unipol Domus. Lo stadio farà il pienone, con già più di 7.000 tagliandi venduti, ma Walter Mazzarri dopo due settimane di lavoro con i suoi è alla ricerca di complicate risposte da parte dei difensori.

Scenario

Storicamente in ogni mia squadra ho iniziato a porre le basi del gioco dall’equilibrio difensivo“. La propria volontà il tecnico toscano l’ha definita fin dalle prime interviste in casa Cagliari. Difesa a quattro e a tratti difesa a tre, con la Lazio un buon equilibrio e poi i vecchi fantasmi fatti di errori e scelte non precise negli episodi chiave di una partita. Per la gara alla Sampdoria, che così come i sardi si gioca nel lunch match dell’ottavo turno tanto del proprio imminente futuro, l’ex allenatore di Torino, Napoli e Inter, tra le altre, avrà a disposizione pochissimi uomini per disegnare il proprio reparto arretrato. L’unico centrale di ruolo che è rimasto ad allenarsi ad Asseminello durante la pausa per le nazionali è stato l’ex Olbia Altare. Per fortuna dei rossoblù in Under 21 Carboni non è stato spremuto, anzi non ha fatto neanche un minuto, e ha già ripreso a correre nel centro sportivo con i compagni. Qui però si chiude la conta, anche se volendo ci sarebbe anche l’adattato da centrale Lykogiannis. Con il recupero di Dalbert sulla corsia mancina che potrebbe permettere al greco di spostarsi dalla fascia al centro. Esperimento però che già in passato, prima dell’arrivo di Mazzarri, venne accantonato in casa Cagliari.

Infortunati e non solo

Dei difensori con più minuti fin qui in stagione domenica contro la Sampdoria Mazzarri potrebbe avere solo Carboni. Godin, infatti, che con 466 minuti giocati è il più presente in questo 2021-22 a tinte rossoblù tornerà a Cagliari solo sabato a poche ore dalla sfida di domenica 17 alle 12.30. Difficile che il Faraone possa completare il tour de force con una presenza dal primo minuto contro i blucerchiati. Discorso diverso per Caceres. Fin qui l’ex viola ha messo insieme 300 minuti in maglia Cagliari, viaggerà anche lui dall’Uruguay ma avendo giocato meno con la Celeste Mazzarri potrebbe chiedergli uno sforzo in più. Con Carboni e Caceres lo sguardo per trovare almeno il terzo tassello di un’ipotetica difesa a tre va messo nell’infermeria. Ceppitelli e Walukiewicz nonostante le due settimane di stop ancora si sono allenati sempre a parte. L’ex capitano per un problema muscolare e il giovane polacco per una botta rimediata in allenamento, che lo ha costretto anche ad alzare bandiera bianca e a rinunciare alla chiamata con l’Under 21 del suo Paese. Il centrale italiano sembra più avanti sulla via del recupero e un suo rientro negli ultimi giorni pre-Samp permetterebbe al Cagliari di disegnare una difesa con Dalbert e Zappa (o Nandez se el Leon ne avrà dopo il triplo impegno uruguaiano) da quinti più Caceres, Ceppitelli e Carboni in mezzo. L’alternativa potrebbe essere la difesa a 4 con Caceres terzino di destra, Ceppitelli e Carboni in mezzo, e Dalbert sulla mancina. A Mazzarri una tela bianca che deve iniziare a diventare colorata per ridare emozioni positive a una stagione iniziata senza troppe luci per il Cagliari.

Roberto Pinna

 

 

Al bar dello sport

4 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti