agenzia-garau-centotrentuno
simeone-cagliari-genoa-sanna

Cagliari, puoi davvero fare a meno di Simeone?

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Simeone non è un giocatore che il Cagliari può dar via a cuor leggero. Parliamo di un ragazzo spesso in doppia cifra. Nell’arco di una stagione ci sono degli imprevisti e avere la fortuna di avere anche lui è un grande valore”. Così parlò il presidente Tommaso Giulini. Frasi di apprezzamento non banali verso il “Cholito”, sbalzato dall’occhio del ciclone dei tanti rumors di mercato verso i luminisoi riflettori del ritiro di Pejo. Luci in fondo al tunnel di un’ultima stagione complicata che rendono meno lontana l’ipotesi di un’eventuale permanenza in Sardegna dell’argentino.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

In palla

Cinque gol nell’amichevole contro il Real Vicenza. Un test poco proibitivo, certo, ma comunque abbastanza indicativo dell’ottima forma fisica dell’ex Fiorentina e Genoa. Uno dei più in palla nel ritiro pre-campionato. Quasi una piccola e personale rivincita per Simeone dopo una stagione – la seconda in maglia Cagliari – chiusa con sei gol totali messi a segno e con l’amarezza di una sola rete realizzata negli ultimi 32 incontri di A. Davvero troppo poco per un giocatore che sembrava destinato alla totale esplosione in Sardegna dopo i 12 centri del suo battesimo rossoblù. Errori, poche gioie e una maglia da titolare persa a discapito dello scatto salvezza dell’ariete d’area Leonardo Pavoletti. Momenti bui. Periodi difficili che, al momento, sembrano sempre più sbiaditi tra il verde e i freschi ruscelli del Trentino. Elementi che si allineano a formare panorami mozzafiato, fornendo un’aria quasi rigenerante al “Cholito” in vista di una stagione che, come affermato da lui stesso ai colleghi di Radio Colonia il 7 luglio scorso, “sarà molto importante, un momento nel quale alzare il livello”. Una chiara dichiarazione d’intenti, insomma.

Mercato

“Se dovesse arrivare un’offerta congrua tutti sono sul mercato perché abbiamo bisogno di fare almeno un’uscita. Ma non è ancora arrivata questa offerta”, aveva dichiarato Giulini in conferenza stampa. Con la trattativa per il suo trasferimento al Marsiglia di Sanpaoli non ancora andata in porto, ecco allora farsi largo l’ipotesi – fino ad ora lontana – della permanenza di Simeone nell’isola. Perché, a proposito dei già citati imprevisti, i recenti fastidi al ginocchio di Pavoletti sanno di campanello d’allarme da non sottovalutare assolutamente in vista della prossima stagione. In una sessione di mercato resa difficile e complicata dalla pandemia da covid-19, potrebbero dunque presto risalire le quotazioni dell’argentino, pronto a tornare protagonista nell’attacco del Cagliari dopo le ultime amarezze rossoblù.

L’apprezzamento dei francesi c’è. Ed è concreto. Inutile negarlo e importante ribadirlo. Ma il ritardo nell’attesa fumata bianca, lo stato di forma di Simeone e la sua capacità di offrire opzioni tattiche importanti a Leonardo Semplici aprono le porte ad un interrogativo. Il Cagliari può fare a meno del “Cholito” in questo momento?

Alessio Caria

 

Al bar dello sport

2 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
sandy-sardinia-spiagge-sardegna