Eusebio Di Francesco in panchina | Foto Emanuele Perrone

Cagliari-Sassuolo: tabù, gol e un riscatto da centrare

Centrare i tre punti e allontanare la pericolosa zona rossa di una classifica che vede il Cagliari distare soltanto due punti dall’ultimo posto occupato dal Crotone.

Momenti

Contro il Sassuolo di Roberto De Zerbi, l’ex neroverde Di Francesco cercherà di guidare gli isolani verso quella vittoria che manca dal lontano 2-0 casalingo del 7 novembre scorso con la Sampdoria. Un successo che ha preceduto un lunghissimo – e tuttora in corso – periodo nero fatto di soli quattro pareggi e ben otto sconfitte in 12 giornate di campionato. L’ultima, domenica pomeriggio in casa del Genoa, con il gol di un ritrovato Destro nel primo tempo di Marassi che ha fatto registrare lo storico record negativo di sei k.o. consecutivi in massima serie per i rossoblù. Un dato che diventa un ritratto perfetto della recente, grande crisi che continua ad accompagnare gli isolani.

Noni in campionato ma reduci dalla sconfitta per 2-1 dell’Olimpico con la Lazio, gli emiliani non stanno attraversando un grande periodo di forma dal punto di vista dei risultati. Tre infatti le recenti sconfitte di fila rimediate in trasferta dai neroverdi (secondo peggior dato negativo della loro storia dopo le cinque sfide senza punti giocate lontane dal Mapei Stadium nel 2015 con lo stesso Di Francesco in panchina) che, tuttavia, non sono finora mai usciti sconfitti dalle precedenti gare disputate alla Sardegna Arena.

A.A.A. gol cercasi

In un incrocio romantico col proprio passato e nel match tra le due formazioni che hanno subìto più conclusioni in Serie A (320 i tiri del Cagliari contro i 303 del Sassuolo), il tecnico rossoblù spera di ritrovare le reti dei suoi bomber per uscire dal buio tunnel di risultati deludenti e lasciarsi alle spalle le ultime tre uscite caratterizzate dal segno “0” alla voce gol fatti. Con Pavoletti e Simeone a digiuno rispettivamente da 10 e 13 giornate ecco che, alla Sardegna Arena, andrà in scena l’elettrizzante duello tra il brasiliano Joao Pedro (10 centri in stagione) e il neroverde Francesco Caputo (7 marcature). Una sfida nella sfida tra i due bomber, pronti a darsi battaglia nel quattordicesimo confronto in Serie A tra Cagliari e Sassuolo.

Segnare, sfatare il taboo Sardegna Arena contro i pericolosi emiliani e ottenere i tre punti: per i rossoblù è giunto il momento del non più rinviabile riscatto.

Alessio Caria

 
2 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti