Cagliari-Spezia: la romantica sfida degli ex

Dopo il passaggio del turno in Coppa Italia, i rossoblù di Di Francesco cercheranno di ritrovare il feeling col successo in campionato contro i bianconeri degli ex Rafael, Mattiello, Deiola e Farias.

Dar seguito al convincente successo in Coppa Italia col Verona e ottenere una vittoria contro il proprio passato. Questo il doppio imperativo in casa di un Cagliari che domenica, alla Sardegna Arena, affronterà per la tredicesima volta nella sua storia – la prima in assoluto in Serie A – lo Spezia degli ex Rafael, Mattiello, Farias e Deiola.

Cresciuto nel settore giovanile isolano e attualmente di proprietà del club di Tommaso Giulini, il venticinquenne centrocampista di San Gavino guiderà la riscossa bianconera in Sardegna. Cinquantasette in totale le sue presenze tra i professionisti con i quattro mori cuciti sul petto, in una storia cominciata il 7 settembre del 2015 con una prodezza da fuori area contro il Crotone e vissuta tuttavia quasi a singhiozzi. In mezzo, infatti, le esperienze con le maglie dello stesso Spezia, del Parma e del Lecce. Un club, quest’ultimo, in cui ha condiviso lo spogliatoio col brasiliano Diego Farias, prestato in Puglia dopo l’annata con addosso la maglia dell’Empoli e protagonista in Sardegna con 138 apparizioni, 33 reti e 28 assist tra 2015 e 2019. In gol contro la Fiorentina in campionato e col Bologna in Coppa Italia, l’attaccante brasiliano è stato finora ampiamente impiegato dal tecnico Italiano, contribuendo agli attuali 9 punti in A dei neopromossi liguri (ora a una sola distanza dal Cagliari in classifica).

In difesa

Non prenderà probabilmente parte alla gara, invece, un altro brasiliano legato alla Sardegna da altrettanti dolci ricordi. La stagione 2019-2020 e il mancato rinnovo di contratto hanno infatti sancito la fine dell’esperienza di Rafael nell’isola. Una terra che, negli anni, si era quasi trasformata in una seconda casa per lui. Quarantuno presenze totali il riassunto della sua vita calcistica rossoblù prima del bivio lavorativo dei mesi scorsi: entrare a far parte dello staff cagliaritano o proseguire altrove la propria carriera? Nonostante il trentottenne abbia deciso di mettersi ulteriormente in gioco con la maglia dello Spezia, le porte del centro sportivo di Asseminello paiono comunque sempre aperte ad un suo futuro ritorno da dirigente.

Se i giochi per la porta paiono ormai già conclusi – quasi certo infatti l’impiego di Provedel tra i pali -, Vincenzo Italiano potrebbe optare sul Federico Mattiello per la terza occasione consecutiva in stagione. Sceso in campo nelle ultime due sfide disputate contro Atalanta e Bologna, il terzino classe ’95 era riuscito a collezionare 18 presenze col Cagliari nella stagione scorsa. Un’annata segnata da qualche piccolo problema muscolare e vissuta pienamente soltanto nella seconda parte di campionato dal difensore di proprietà dell’Atalanta, quarto ex di turno nella sfida di domenica tra Cagliari e Spezia.

Voglia di rivincita, l’incontro con tanti amici e, al contempo, tantissime profonde emozioni. Per Rafael, Mattiello, Deiola e Farias, l’incrocio con i colori rossoblù avrà un sapore speciale.

Alessio Caria

 
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti