agenzia-garau-centotrentuno
nicola-salernitana

Empoli-Salernitana 1-1: Vicario e Cutrone tengono vive le speranze del Cagliari

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
eclipse-cagliari

La Salernitana non va oltre l’1-1 al Castellani di Empoli e lascia aperte le speranze di Cagliari e Genoa per la salvezza in Serie A. Partita che per i campani era iniziata quasi come una festa con il presidente Iervolino che tra i tanti tifosi arrivati in Toscana aveva di fatto prolungato l’avventura di mister Nicola sulla panchina granata: “I ragazzi sono in forma, sono sereni e consapevoli che possono fare bene per una tifoseria straordinaria. Mi auguro possiamo fare risultato e avvicinarci a una salvezza che meritiamo. Guarderò le partite delle altre con il gruppo, sono un presidente tifoso e darò serenità anche a loro. Dobbiamo dare tranquillità e entusiasmo“.

La gara

Match che i granata, spinti dagli oltre settemila tifosi arrivati da Salerno, approcciano con la voglia di fare la partita, mentre l’Empoli si affida alle transizioni rapide. I ragazzi di Nicola ci provano soprattutto con i calci piazzati nei primi 45′, ma su due occasioni buone per gli ospiti prima è Vicario, con l’aiuto fondamentale della traversa, e poi Parisi sulla linea con il corpo a dire di no a Verdi e compagni. Al 31′ i toscani si portano in vantaggio con l’ottimo taglio in profondità di Cutrone che servito alla perfezione in area da Asllani fa secco Sepe con un tiro in diagonale. La Salernitana prova a reagire con Radovanovic che al 38′ sfiora il pari con una sassata dai 30 metri che veleggia di poco a lato del palo. Con l’intervallo che vede avanti l’Empoli per 1-0.

Nella ripresa è la Salernitana che continua ad avere il predominio territoriale e con Ederson ha una buona occasione al 50′, ma il tiro del brasiliano termina alto. Un minuto dopo l’Empoli, sempre abile in contropiede, spaventa Sepe con Verre ma il portiere granata respinge. Segnale che i toscani al di là di una pancia piena in classifica non vogliono fare sconti, tanto che al 54′ su colpo di testa da cross dalla corsia mancina Cutrone sfiora la doppietta. Un minuto dopo è Vicario a fare un vero e proprio miracolo su colpo di testa di Bonazzoli dentro l’area piccola. Partita che esplode e sul contropiede successivo Cutrone centra il palo solo davanti a Sepe. Al 61′ è proprio il portiere dei campani con un doppio intervento su Bandinelli prima e Bajrami poi a tenere vivi i suoi. Negli ultimi 25′ saltano tutti gli schemi e la Salernitana fisicamente sembra fare più fatica ma a un passo dal 70′ Parisi servito solo in area si divora il doppio vantaggio sparando alto. Al 75′ è ancora Vicario con un doppio intervento miracoloso a dire di no prima a Djuric e poi a Bonazzoli. Ma sul corner conseguente alla parata di piede sul numero 9 è ancora Vicario protagonista, questa volta in negativo: all’ex rossoblù sfugge la palla su presa alta e Bonazzoli in rovesciata fa 1-1 al 76′. Episodio che dà il coraggio agli ospiti per credere nella rimonta e all’84’ Perotti ha sui piedi l’occasione del 2-1 su calcio di rigore, guadagnato da Coulibaly per fallo di Romagnoli. Ma Vicario lo ipnotizza e respinge anche dal dischetto sull’ex Genoa. Al 97′ La Mantia potrebbe in rovesciata anche firmare il 2-1 per l’Empoli ma alla fine è 1-1 al Castellani.

La Redazione

Al bar dello sport

3 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti