agenzia-garau-centotrentuno
Sebastian Walukiewicz presenta la nuova maglia del Cagliari | Foto Cagliari Calcio

Giovani al potere: nessuno come Verona e Cagliari in Serie A

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Le due formazioni sono quelle che hanno mandato in campo il maggior numero di giocatori nati dal 2000 in avanti in questa Serie A.

Giovani al potere”. Potrebbe essere riassunta così la sfida tra Verona e Cagliari in programma domenica al Bentegodi. Perché i gialloblù di Ivan Juric – settimi in campionato e reduci dal successo in casa dell’Atalanta – e i rossoblù di Eusebio Di Francesco sono le due formazioni che hanno schierato il maggior numero di giocatori nati dal 2000 in avanti nelle prime nove giornate di campionato. Un primato importante per due club che, prendendo in considerazione l’età media degli uomini finora scesi in campo, occupano rispettivamente la seconda e la terza posizione di questa particolare classifica alle spalle del “baby” Milan di Stefano Pioli. 25 gli anni di media per il Verona. 25,2, invece, quelli fatti registrare da un Cagliari ribaltato in estate di una vera e propria rivoluzione “green”.

Sfida nella sfida

Al centro della difesa isolana, per la decima volta consecutiva in questo campionato, Sebastian Walukiewicz è pronto a vestire i panni di quel play basso tanto caro allo stile di gioco offensivo di Di Francesco. Il centrale del 2000, fresco di rinnovo fino al 2024 col club rossoblù, è uno dei leader “young” nel nuovo Cagliari del tecnico abruzzese. Un ruolo molto simile a quello rivestito da Matteo Lovato tra le fila del Verona. Dopo il debutto del luglio scorso, il ventenne gialloblù – allenatosi oggi ma la cui presenza in vista di domenica è ancora incerta a causa di un problema agli adduttori – è riuscito con successo a scalare le gerarchie nella rosa di Juric, meritandosi il recente debutto con la maglia della nazionale under 21.

Il nome del centrale ex Genoa e Padova fa parte della lista dei vari “generazione Z” impiegati in questo campionato dal Verona. Un elenco composto dal 2000 Ebrima Colley – in gol nella recente sfida di Coppa Italia tra sardi e veneti -, dal 2002 Destiny Udogie e dai 2001 Ivan Ilic e Eddie Salcedo. Oltre a Walukiewicz, invece, sono tre i giocatori nati dopo il 2000 mandati in campo da Di Francesco: il 2001 “made in Sardinia” Andrea Carboni, il ventenne Fabrizio Caligara e il 2000 Matteo Tramoni.

A tutta velocità

Ed è proprio il talento corso – in attesa del totale recupero dell’ancora inutilizzato Luvumbo – uno degli indiziati principali ad occupare la fascia destra del campo nella sfida contro il Verona. Partito titolare nell’incontro di Coppa Italia con i gialloblù, l’ex Ajaccio è tuttavia al momento leggermente indietro nelle gerarchie relative al possibile sostituto di Ounas – risultato positivo al Covid nella giornata di ieri – al Bentegodi. Di Francesco potrebbe infatti optare per l’avanzamento di Gabriele Zappa nel tridente offensivo alle spalle di un Pavoletti reduce dal primo gol in campionato contro lo Spezia e all’assegnazione di una maglia da titolare per Paolo Faragò nei quattro di difesa. Dubbi di formazione importanti e ancora da sciogliere, dunque, per il tecnico ex Sampdoria, in vista dell’importante duello tra due delle formazioni più giovani del nostro campionato.

Alessio Caria

 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti