Diego Godin con la maglia dell'inter

Incontro Cagliari-Godin: fumata grigia e la Fiorentina ci prova

Il forte interesse, la trattativa serrata, la voglia di trovarsi e chiudere l’operazione. Il mercato è fatto di tanti passaggi e come recita una famosa frase di Giovanni Trapattoni non dire gatto se non ce l’hai nel sacco. L’intrigo Czyborra dovrebbe aver insegnato abbastanza e senza visite e firme nero su bianco il biglietto aereo già prenotato può presto diventare un posto lasciato vuoto. Il sogno Diego Godin, trasformatosi nelle ultime ore in una realtà luccicante, potrebbe alla fine restare tale: gli incastri da mettere assieme non parlano solo di accordi tra le società o del giocatore e la sua voglia di abbracciare la Sardegna. L’esperto centrale uruguaiano preferirebbe vestire la maglia rossoblù, la maglia che vestì Pepe Herrera di cui Godin è il genero, ma tra il dire e il fare ci sono di mezzo tanti aspetti che possono mettere un ostacolo al lieto fine.

L’incontro con l’agente

Giulini si è incontrato con l’agente del giocatore Ramón Arasa e il suo avvocato Pablo Veciana nella giornata di ieri e tra una portata e l’altra – la riunione si è tenuta in un ristorante di Milano ed è andata avanti fino a tarda notte – l’attesa fumata bianca sarebbe diventata improvvisamente grigia tendente al nero. Godin vorrebbe il Cagliari, nonostante dalla Francia il Rennes fosse disposto a fare carte false (e a spendere cifre importanti) per averlo. L’Inter e Conte non lo vedono dentro il progetto del prossimo futuro e l’affare tra le società non è mai stato un problema, ma quando entrano in gioco altri nodi la concorrenza è dietro l’angolo che aspetta il momento per effettuare il sorpasso. Un accordo, quello tra l’entourage di Godin e Giulini, che sembrerebbe entrato in una fase di stallo per il classico tema commissioni e ora non solo il Rennes, ma anche un’altra concorrente già nota starebbe provando il colpo gobbo con speranza di riuscire nell’intento. Negli ultimi giorni si era parlato tanto della Fiorentina sul nazionale Celeste, il Cagliari però aveva messo il turbo per regalare a Di Francesco quel difensore d’esperienza che sarebbe dovuto essere Juan Jesus prima e Fazio poi e che nella lotta tra sudamericani ha visto sopravanzare Godin. La storia del mercato insegna non solo che senza le firme nulla è deciso, ma anche che quando si parla di trattative che coinvolgono giocatori del Sudamerica entrano in gioco tanti altri dettagli da limare. Ecco perché Diego Godin potrebbe in queste ore allontanarsi da Cagliari e dal Cagliari, con la Fiorentina che appare ora in vantaggio sul giocatore e oggi dovrebbe fare ciò che ha fatto Giulini ieri, incontrarsi con l’avvocato e l’agente dell’uruguaiano per provare a chiudere. La società rossoblù a quel punto ripiegherebbe sul profilo già bloccato di Federico Fazio, anche se la speranza è l’ultima a morire. Non resta altro che aspettare l’evoluzione degli eventi, ore calde per capire se il sogno Godin diventerà realtà o se il tentativo concreto di Giulini resterà solo un tentativo fallito a pochi metri dal traguardo.

Matteo Zizola

 

AL BAR DELLO SPORT

guest
19 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Geki
Geki
11/09/2020 15:29

Che abbiamo un DS trovato negli ovetti kinder

Marco
Marco
11/09/2020 12:30

Pubblicate la solita fake news giornaliera !

Andrea
Andrea
11/09/2020 12:15

Aspetto notizie di chiusura dell’affare e leggo il contrario. Ad ora l’unico rinforzo in difesa è un terzino che deve migliorare in difesa. E siamo a una settimana dal campionato.

Ugo
Ugo
11/09/2020 12:09

Il solito problema quando si tratta con procuratori sudamericani: assolutamente inaffidabili. Bravo Giulini a non cedere a certe richieste

Atlantis
Atlantis
11/09/2020 12:02

La redazione di Centotrentuno è male informata sul punto ed è rimasta un passo indietro. Ieri sera c’è stato effettivamente un intoppo legato alle provvigioni, ma poi la trattativa si è sbloccata ed ora siamo ai dettagli tecnici. L’affare non è in pericolo

Cecaumeno
Cecaumeno
In risposta a  Atlantis
11/09/2020 12:09

spereusu beni, se qualcuno fa una corsa in viale fra Ignazio ad accendere un cero male non fa… XD

Mauro
Mauro
In risposta a  Atlantis
11/09/2020 13:09

Marmotta avrà cercato di ricattare x opzioni su altri giocatori “cragno-nandez” ieri sembrava fatta

Atlantis
Atlantis
In risposta a  Mauro
11/09/2020 13:28

No, nessun problema con l’Inter. Con i nerazzurri c’è pieno accordo. Sembra ci sia stato un intoppo con le provvigioni degli intermediari, ma il problema sembra sia stato superato già ieri sera.

Fabrizio
Fabrizio
In risposta a  Atlantis
11/09/2020 14:43

E tu chi sei per dire questo?

Atlantis
Atlantis
In risposta a  Fabrizio
11/09/2020 14:48

Io sono….e so! Sulle operazioni con l’Inter ho fonti dirette. Come vedi, ho scritto quanto ora riferito da Centotrentuno due ore e mezzo prima. E ti posso dire che la trattativa per Nainggolan, per quanto difficile, si è riaperta ieri mattina quando sembrava chiusa. Guardati i miei post precedenti.

Danilo
Danilo
11/09/2020 11:55

Arrosigoddiri

Andrea
Andrea
11/09/2020 11:51

Ma state scherzando? Hanno rotto i co….ni

Marco
Marco
11/09/2020 11:48

Alè commento banato.

Marco
Marco
11/09/2020 11:24

Facendo altre ricerche questa notizia è solo sulla vostra testata….la solita bufala?

Casteddu
Casteddu
In risposta a  Marco
11/09/2020 11:50

Gotze…

Carlo
Carlo
11/09/2020 10:55

Non mi stupisco più di niente, ci sta pure che non arrivi ne Godin ne Fazio, Giulini ormai ci ha preso gusto a farsi soffiare sotto i naso affari già conclusi….

Casteddu
Casteddu
11/09/2020 10:46

Grazie ragazzi se voi mi dite che si sta allontanando allora credo che sia sempre piu vicino!! Gotze insegna

PIERO..piras..
PIERO..piras..
In risposta a  Casteddu
11/09/2020 13:55

Poi centotrentuno ci deve spiegare da’dove esce questa della fiorentina che’ non trovo interessata in nessun giornale o testata ..chi e’ il vostro informatore?

Atlantis
Atlantis
In risposta a  PIERO..piras..
11/09/2020 14:50

E’ vero, hanno cercato di inserirsi ieri sera quando è emerso l’ostacolo delle provvigioni. ma è rientrato tutto molto in fretta