Joao Pedro esulta dopo un gol al Crotone | Foto Emanuele Perrone

Juventus-Cagliari, le coppie d’assi sono servite

Dalla difesa all’attacco, passando per il centrocampo bianconero e quello dei rossoblù: in vista dell’incrocio di sabato prossimo all’Allianz Stadium, Di Francesco e Pirlo sono pronti a giocarsi le loro carte.

Rossoblù contro bianconeri, Andrea Pirlo contro Eusebio Di Francesco. Dopo la tanto discussa sosta per le nazionali, il campionato del Cagliari riparte col botto. E la sfida in programma sabato prossimo a Torino è ormai sempre più alle porte. Con vari giocatori fermi ai box a causa di alcuni infortuni recentemente rimediati, ecco dunque le coppie d’assi sui quali i due tecnici potrebbero decidere di schierare sul tavolo verde dell’Allianz Stadium.

In difesa

Perseverare sulla linea tracciata fino a questo momento: in poche, semplici parole, nessun dubbio per Di Francesco. A guidare la retroguardia rossoblù ci saranno per la quinta volta consecutiva i fedelissimi Godin e Walukiewicz. Altro probabile start dal primo minuto, dunque, per il ventenne polacco, unico giocatore nato dal 2000 in avanti a non aver mai saltato nemmeno un istante di partita in questa stagione. Di fronte, nel pacchetto arretrato bianconero, scelte invece obbligate per Andrea Pirlo. Con Bonucci out per i prossimi 15 giorni e Chiellini ancora piuttosto lontano da un totale recupero, saranno infatti i giovani De Ligt e Demiral a conquistarsi le maglie da titolari. Una coppia inedita quella della Vecchia Signora, finora mai schierata nei primi 7 turni di campionato.

A centrocampo

Dopo una grande paura Covid fortunatamente scampata, ecco che Nandez e Rog – due dei principali macina-chilometri della nostra Serie A – sono pronti a stupire anche in un campo difficile come quello della Juventus. Probabile veste offensiva, ancora una volta, per il leone uruguaiano, fresco di primo gol in stagione nel 2-0 della Sardegna Arena contro la Samp. Il talento di Punta del Este indosserà dunque con grande probabilità i panni dell’esterno offensivo nel 4-2-3-1 ad hoc di Di Francesco. Posizione che, oltre ad esaltarne le qualità tecniche e di grande corridore, offre la giusta copertura al giovane Zappa, permettendogli di sganciarsi con maggiore tranquillità dalla catena difensiva. Voglia di riscatto dopo una prova piuttosto opaca, invece, per il tuttofare croato, pedina fondamentale nello scacchiere tattico di Di Francesco. L’ex Napoli è atteso dall’affascinante duello tutto garra e qualità con Bentancur, compagno di squadra di Nandez nella Celeste del “Maestro” Tabarez e in cerca della giusta continuità in campionato dopo le buone prestazioni collezionate nelle prime uscite di Champions. Più avanti, invece, spazio ancora al talentuoso Kulusevski in casa Juventus. Lo svedese, galvanizzato dalla prima rete con la maglia della sua nazionale, è il vero e proprio jolly di Pirlo. Tre sfide da ala destra, due da centravanti, altrettante da trequartista e una da centrale di centrocampo: è questa la sintesi dell’ottimo avvio in maglia bianconera dell’ex Parma, pronto ad occupare una zona del tutto simile a quella nella quale agirà Nandez nella sfida con i rossoblù.

In avanti

Quindici gol messi a segno finora dalla Juventus e 14, invece, quelli realizzati dal Cagliari. Una differenza di una rete nel computo dei migliori attacchi della Serie A. Ciò che è certo è che sabato, all’Allianz Stadium, a guidare le due contendenti ai tre punti ci saranno i soliti Cristiano Ronaldo e Morata da una parte, Joao Pedro e Simeone dall’altra. Con 10 reti totali messe a segno, il tandem offensivo isolano guida attualmente la classifica delle coppie più prolifiche dell’intero campionato. Ferma a 8, invece, quella juventina del temibilissimo asso portoghese e dell’attaccante spagnolo, reduce dal gol messo a segno ieri nello straripante 6-0 de “La Roja” contro la Germania. Elementi che alimentano le fiamme di una sfida che si preannuncia ricca di emozioni.

Alessio Caria

 

AL BAR DELLO SPORT

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti