agenzia-garau-centotrentuno
strootman-cagliari-vicenza

La svolta di Semplici: Marin-Strootman, due registi per il Cagliari

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Sguardo in sù e palla per la corsa di Marin. Come col Vicenza. Un nuovo automatismo per il nuovo Cagliari di Leonardo Semplici. Perché quando ci sono Strootman e l’ex Ajax in campo è come avere “due registi in uno”. Un vantaggio non da poco per i rossoblù.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Two is the magic number

L’ “olandese volante”, capace di ricoprire sia il ruolo di mediano che quello di play. E il rumeno, mezzala dalla propensione decisamente più offensiva rispetto al trentunenne di proprietà del Marsiglia. Insieme, la coppia titolare nel precampionato del Cagliari. Due giocatori che, per caratteristiche e predisposizione tattica, sembrano incastrarsi fra loro come pezzi di un puzzle perfetto. Sanno gestire il pallone, dettano con ritmo i tempi di gioco, si trovano perfettamente e “vedono” sempre i propri compagni. Quanto richiesto da Semplici per prendere per mano il Cagliari e accompagnarlo verso la prossima importante stagione.

Già provato nella posizione di regista puro da Eusebio Di Francesco nella prima parte della scorsa stagione, Marin sembra ora aver intrapreso la via di una seconda, nuova dimensione dal momento del suo arrivo in Sardegna nell’agosto del 2020. Non solo mezzala a tuttocampo, ruolo in cui si è reso protagonista di uno strepitoso finale di campionato. Accanto a Strootman, il ’96 viene esentato in maniera parziale dai compiti richiestigli in passato dall’attuale tecnico del Verona. Maggiore libertà di movimento, più possibilità di spaziare sul campo e di inserirsi con prepotenza verso l’area. Vero. Ma al contempo anche la missione di portare il pallone che viene divisa quasi a metà col compagno Kevin. Una formula rivelatasi vincente nei test pre stagionali e che, complice l’attesa per il totale recupero della forma fisica da parte di Marko Rog, potrebbe essere riproposto anche all’inizio della prossima Serie A.

Pericolosi

Sguardo in alto e palla lunga per Marin, dicevamo. Così è nato il 3-0 nell’amichevole contro il Vicenza. Con l’invenzione mancina di Strootman e il tocco di Marin per Dalbert che, in spaccata, ha messo in rete il suo primo unofficial goal cagliaritano. La sintesi perfetta di ciò che Semplici sta provando e chiedendo con insistenza ai propri giocatori e, in particolare, al suo centrocampista rumeno. Inserimenti negli spazi senza palla e una continua ricerca della distensione della manovra verso gli esterni, dunque. Un copione studiato in allenamento e recitato da attori simili anche in occasione del primo gol rossoblù contro i biancorossi, quando Zappa ha cercato e trovato proprio l’ex Ajax in mezzo all’area per il momentaneo 1-0.

“Si alternano molto e sono chiave per noi”, ha dichiarato Semplici al termine dell’amichevole del Romeo Menti. Una sfida in cui il tecnico ex Spal ha confermato ufficialmente la consegna delle stesse chiavi – quelle rossoblù – alla coppia Strootman-Marin. Garra, tecnica e qualità. Doti per formare una coppia di centrocampo pronta a fare diga davanti alla difesa e creare gioco per il Cagliari che verrà.

Alessio Caria

 

Al bar dello sport

1 Commento
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti