Fabio Fossati

Latte Dolce, Fossati: “Cresceremo, non pensiamo alla classifica”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Al termine della gara contro il Nola fanalino di coda al Basilio Canu di Sennori, terminata a reti bianche per il suo Latte Dolce, è intervenuto ai nostri microfoni Fabio Fossati. Tecnico da due settimane dei sassaresi con i quali ha raccolto quattro punti in due gare giocate. Latte Dolce che con il pareggio 0-0 contro i bruniani, in attesa che si completi la quattordicesima giornata, si trova al decimo posto nel girone G della Serie D.

Un giudizio sul pari, c’è rammarico vista la classifica degli avversari?Assolutamente no, vista la classifica non c’è nessun rammarico. Se guardiamo alle occasioni avute in questa partita allora posso capire un po’ di delusione per il punteggio finale. Sapevo che questa gara sarebbe stata molto difficile. Conosco bene la categoria per sapere che quando un avversario ha bisogno di punti fare risultato è complesso perché ti aspettano tanto. Loro sono stati molto bravi a difendersi e a spezzettare il gioco, e noi dobbiamo crescere ancora tanto. A caldo abbiamo fatto qualche errorino tecnico di troppo, e noi di solito siamo una squadra che sbagliamo poco a livello tecnico. Questo gruppo però ha tanta voglia e prendiamo l’aspetto positivo di non aver subito gol nelle ultime due gare. E comunque anche contro il Nola abbiamo provato ad avere il guizzo e ci abbiamo provato ad andare a segno. Forse è mancata la zampata. Noi dobbiamo giocare pensando alla partita non alla nostra classifica“.

Buona intensità iniziale ma poi il calo, un po’ di scollamento a centrocampo?I primi 20-30 minuti abbiamo dato più intensità, poi loro hanno capito che non dovevano venire a prenderci alti. Ma noi dobbiamo aspettarcelo, specie qui in casa, che le squadre vengano e si chiudono. Poi nella ripresa abbiamo messo molti cambi offensivi ma in mediana abbiamo fatto bene. Escluse un paio di occasioni, quindi può starci un po’ di scollamento in mezzo visto l’arrembaggio finale. Avevamo quattro attaccanti veri e propri e abbiamo chiuso con Piga, che è un giovane, in mediana. Ci serve più concretezza“.

Sta pesando l’assenza di un centravanti?Io sono molto contento della rosa che ho a disposizione. Parlerò con la società, poi se arriveranno 1-2 giocatori sarò felice. Magari ci manca quel centravanti d’area di rigore che ha delle caratteristiche diverse da quelli che abbiamo al momento. Ma siamo a gennaio e non dobbiamo prendere un profilo tanto per. Il Latte Dolce ha dimostrato di avere un progetto e se andremo sul mercato sarà solo per prendere qualcuno che possa davvero aggiungere qualità agli uomini già a disposizione“.

Guberti, in calo nelle ultime gare, come lo può recuperare?Non penso ci sia bisogno di recuperarlo. Un giocatore di grande classe. Deve darsi il tempo di ritrovare la brillantezza atletica. Credo che con un po’ di tempo tornerà utilissimo per noi, per vederlo al meglio serviranno delle partite e dei minuti sulle gambe. I 70 minuti contro il Nola sono già un buon inizio, non volevo usarlo per così tanto tempo ma sono stato costretto. E al di là di qualche affaticamento credo sia stato un ottimo inizio per ritrovare la forma giusta per Guberti. Siamo assieme da due settimane e sto iniziando a conoscere il gruppo, con l’obiettivo di far rendere al meglio tutti“.

La Redazione (si ringrazia Fabrizio Pinna per la collaborazione)

TAG:  Serie D
 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti