agenzia-garau-centotrentuno
origlio-muravera

Muravera, Origlio: “L’anno scorso la salvezza con la Torres: ora l’obiettivo è un altro”

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Un tuffo nel recente passato per Maicol Origlio. Domenica, in Coppa Italia, il colpo estivo del Muravera affronterà infatti gli ex compagni della Torres, club che ha condotto alla salvezza nella scorsa stagione chiusa con 24 presenze, due gol e due assist. “Loro hanno cambiato società e sono un squadrone – ha affermato ai nostri microfoni – Sono sicuramente i pretendenti al titolo. Noi siamo un bel gruppo e affronteremo la partita con tranquillità”.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

“Qui a Muravera mi sono sentito a casa fin dal primo giorno. Il mister e i compagni sono stati bravi e ci hanno fatto sentire subito ben voluti”, ha continuato il centrocampista ventiquattrenne, “L’anno scorso si è chiusa qui una stagione difficile in maglia Torres. Ci siamo salvati ma l’obiettivo ora è un altro. Incontreremo la stessa Torres domenica in Coppa Italia e vedremo come andrà.  Il mio ruolo nel Muravera? L’anno scorso ero uno dei più grandi a Sassari. Per quanto riguarda la posizione in campo, sarà più o meno la stessa. Il mister vedrà poi se farmi giocare basso, mezzala o esterno. Quest’anno non sarò tra i più grandi, ci sono giocatori molto esperti e questo non può che farmi piacere. Sono curioso di mettermi a confronto con loro. Chi mi ha stupito di più in rosa? Sicuramente Matteo (Mancosu ndr) non è un calciatore che vedi tutti i giorni. Inoltre, è una persona umile. Però ci sono anche Arvia, Dammacco, Rossi, Floris…tanti ragazzi forti e umili allo stesso tempo. Un fattore, quest’ultimo, che può darci una spinta in più rispetto ad altre squadre. Credo che con lavoro e sacrificio potremo far bene quest’anno”.

La Redazione

TAG:  Serie D
 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti