Alessio Riccardi (2001), capitano della Roma Primavera

Riccardi-Joao: intreccio di mercato tra Cagliari e Roma?

Sarà un calciomercato diverso quello post Covid-19. Fatto di scambi ma soprattutto di giovani scommesse che oggi costano meno ma che tra qualche anno potrebbero essere i tesori dei vari club. In questo contesto il Cagliari sta valutando alcuni profili per ringiovanire la propria rosa, profili che in futuro siano un investimento vincente per i rossoblù.

Riccardi-Joao

Il nome caldo è un cavallo di ritorno: Alessio Riccardi. Il play classe 2001 della Roma è uno dei nomi più apprezzati dall’area scouting del Cagliari. Tanto che già lo scorso gennaio il direttore sportivo Carli e il suo staff provarono a sondare il terreno per il giocatore della Primavera giallorossa. Per Riccardi solo quest’anno 11 gol in 19 presenze con i giovani della Roma, compresa una tripletta proprio alla squadra di Max Canzi nella vittoria dei giallorossi per 5-1 prima di Natale ad Asseminello. Il ragazzo ha bisogno di un banco di prova tra i grandi e il modulo rossoblù, costruito negli ultimi anni sul 4-3-2-1 e sul 4-3-1-2, e con l’idea per il futuro di Zenga del 4-3-3 stretto, potrebbe essere il terreno ideale per le caratteristiche di Riccardi. C’è un però: il prezzo. La Roma chiede tra i 6 e gli 8 milioni di euro per il centrocampista offensivo. Tanti per il Cagliari. Trovare la giusta formula per lo scambio, però, potrebbe essere meno difficile del previsto. Il club giallorosso, infatti, ha bisogno di cambiare alcune pedine in attacco e uno dei profili più apprezzati dalla dirigenza è quello di Joao Pedro. Il brasiliano arriva da una stagione record e ha tanti estimatori. Vista l’abbondanza in attacco il Cagliari potrebbe decidere di fare cassa con una delle sue pedine più pregiate e nella trattativa potrebbe finire anche il 2001 Riccardi. Anche se la Roma sul giocatore vorrebbe mantenere un diritto di riacquisto perché sul ragazzo nella capitale, e non solo viste le tante squadre che lo hanno cercato nell’ultimo anno, credono davvero.

Linea verde

Riccardi è solo uno dei prospetti giovani che il Cagliari sta provando a sondare per il centrocampo del futuro. L’altro nome molto apprezzato è quello di Samuele Ricci dell’Empoli. Anche lui classe 2001, un interno di centrocampo che potrebbe anche giocare da mezzala con doti più di interdizione rispetto al coetaneo della Roma. Il Cagliari è stato molto vicino al ragazzo a gennaio, quando Simone Pinna ha raggiunto la Toscana in prestito. Ora i rossoblù vorrebbero provare a portarlo sul serio in Sardegna ma c’è un problema: Ricci nel frattempo è diventato un titolare a Empoli (21 presenze in questa Serie B) e ora lo seguono in tanti, anche grandi club. Tra gli “avversari” di mercato del Cagliari su Ricci c’è anche il Napoli. Cliente scomodo anche se i partenopei potrebbero essere disposti a un lavoro in tandem con i rossoblù per l’acquisto di Ricci. Che potrebbe così fare il salto in A con i sardi per provare poi a guadagnarsi poi un posto in azzurro. In tutto questo non va dimenticato che il Cagliari a centrocampo ha costruito una rosa con Oliva, Rog e Nandez. Ossia 23, 24 e 24 anni. Gli ultimi due potrebbero essere uomini mercato ma intanto dalla Primavera scalpita un altro play di prospettiva: Riccardo Ladinetti, classe 2000 da 18 presenze e 4 reti in campionato.

Roberto Pinna

avatar
500