agenzia-garau-centotrentuno
Leonardo Pavoletti esulta dopo il gol allo Spezia | Foto Alessandro Sanna

Cagliari, la speranza di Semplici: Pavoletti è l’uomo dai gol salvezza

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Due stagioni da assoluto protagonista, una segnata dagli infortuni e quella in corso dove sta provando a ritagliarsi uno spazio nella corsa salvezza. Leonardo Pavoletti, dall’arrivo di Leonardo Semplici, è tornato titolare fisso nel Cagliari e ora punta la partita di Benevento per mettere la sua firma sulla permanenza in Serie A. Potendo contare su un fattore: è l’uomo dei gol pesanti nelle sfide dentro o fuori.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Rilancio possibile

Undici reti nel 2017-2018, sedici (più due in Coppa Italia) nel 2018-2019, tre in questa stagione. L’ascesa di Pavoletti in rossoblù si è arrestata il 25 agosto 2019, con l’infortunio al ginocchio nel primo tempo contro il Brescia. Da lì in avanti, per l’attaccante livornese, tornare protagonista è stato difficile (complice anche tanta sfortuna), ma col cambio in panchina le cose sono cambiate. Sino a metà febbraio, con l’esonero di Eusebio Di Francesco, solo un gol: di tacco, il 29 novembre allo Spezia, reso però amaro dal 2-2 subito nel recupero. Poi, con l’arrivo di Semplici, subito a bersaglio il 28 febbraio in casa del Crotone. E si è ripetuto suonando la sveglia al 39′ della folle rimonta col Parma, siglando l’1-2 nel 4-3 della Sardegna Arena che ha cambiato la storia della corsa salvezza.

Precedenti felici

I gol sono “solo” tre, fin qui, ma il peso delle marcature è di assoluto valore. E ora c’è il Benevento, che gli dà buoni ricordi. Pavoletti ha affrontato tre volte i sanniti, solo all’andata è rimasto a secco (ma il gol l’aveva sfiorato). Il 25 ottobre 2017 trova il 2-1 al 95′, dopo il rigore beffa che sembrava dare il primo punto in Serie A ai campani: è la prima volta che risulta decisivo per i tre punti in maglia rossoblù. Poi, il 18 marzo 2018, avvia la rimonta (anch’essa nel recupero) valsa un pesantissimo 1-2. Ma il ruolo di “uomo dai gol pesanti” non si limita ai precedenti coi prossimi avversari, né alla stagione in corso.

Uomo della provvidenza

Già il primo anno fu decisivo per la salvezza, conquistata all’ultima giornata dopo una grande sofferenza. Nella rimonta finale mette il suo timbro, con la deviazione vincente a Firenze alla penultima, per lo 0-1 che leva la squadra di Diego López dalla zona retrocessione. Nel 2018-2019 si ripete: la doppietta al Parma, per un 2-1 fondamentale, e il colpo di testa nello scontro salvezza con la SPAL permettono di mettere punti chiave per mantenere la categoria. Così come la rete da ex al Genoa alla penultima, nel match che dà l’aritmetica salvezza. Dall’arrivo di Semplici è partito dal 1′ otto volte su undici (e una l’ha saltata per squalifica), quasi scontato avvenga anche domenica al Vigorito. Dove Pavoletti proverà a far valere ancora la sua legge di uomo determinante quando le gare contano, blindando la salvezza.

Riccardo Spignesi

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti