Gagliano-Olbia-Calcio

Serie C | Olbia e Gagliano, c’è sempre una prima volta

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

La prima volta più bella nel momento più delicato del campionato. Con la rimonta sul Renate, nella sfida in trasferta vinta per 2-1, l’Olbia centra per la prima volta in stagione due successi consecutivi nel Girone A della Serie C. Tre punti in Lombardia che fanno il paio con quelli conquistati mercoledì scorso, 31 marzo, al Nespoli nell’1-0 alla Pistoiese.

Carattere

Vittoria sporca contro i toscani e vittoria di testa contro il Renate. Le risposte migliori per Max Canzi arrivate sicuramente nel momento più complicato del campionato per i galluresi. Il focolaio interno ha ridotto ai minimi termini una rosa già condizionata da alcuni infortuni e da alcuni cali di condizione atletica naturali a questo punto del torneo negli uomini più importanti della formazione bianca. Per mercoledì 7 aprile, sfida interna contro la Carrarese che sa di nuovo scontro diretto salvezza, Canzi potrebbe recuperare alcuni dei giocatori trovati positivi al virus. Del gruppo di contagiati, infatti, alcuni hanno già avuto un responso negativo ai nuovi tamponi molecolari e in queste ore completeranno l’iter di visite mediche standard dopo la malattia prima di reintegrarsi nel gruppo olbiese. Ma questa è prospettiva futura e ora l’Olbia si gode le tre vittorie negli ultimi quattro turni. La classifica recita 37 punti e diciassettesimo posto ma con tre gare ancora da recuperare rispetto alla maggior parte delle società del girone.

Attacco

Con quattro gol subiti nelle ultime cinque giocate la difesa ha dimostrato una buona solidità, nonostante non manchi quasi mai una leggera disattenzione su alcune situazioni della gara che spesso portano ad occasioni nitide per gli avversari date più da errori del momento che da vere e proprie mancanze di reparto. Ma a dare fiducia a Canzi e all’Olbia è l’attacco. Udoh contro la Pistoiese e poi Ragatzu con Gagliano contro il Renate. Il folletto quartese è in lotta per il titolo di capocannoniere, con Manconi dell’Albinoleffe in testa e distante una sola marcatura. Udoh ha dimostrato in stagione che quando è in forma può spaccare le partite con il suo strappo in avanti che manda in tilt schemi e marcature. Anche se a volte pecca in freddezza e gestione dell’ultimo pallone. Infine c’è il primo gol di Luca Gagliano in casa Olbia dopo 15 presenze. Una liberazione per la punta algherese dopo una stagione fatta quasi esclusivamente di ombre. Anche e soprattutto a causa di un lungo infortunio. Si è fatto attendere l’ex Primavera del Cagliari, capace di segnare anche alla Juventus alla Sardegna Arena dopo l’esordio in Serie A, ma ora Canzi potrebbe ritrovare un centravanti vero per il finale di stagione. La speranza è che la nuova rete possa sbloccare anche mentalmente il classe 2000 in modo tale da ridare all’Olbia un’alternativa di valore. In chiusura è l’aspetto dell’identità e della compattezza di squadra mostrata nell’ultimo periodo che lasciano maggiore fiducia in casa gallurese dopo le recenti gare. A dimostrazione di come, a volte, i momenti di difficoltà possano essere sfruttati per dare un qualcosa in più e trasformati in opportunità.

Roberto Pinna

TAG:  Olbia Serie C
 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti