Sebastian Walukiewicz presenta la nuova maglia del Cagliari | Foto Cagliari Calcio

Walukiewicz-mania: il Cagliari ha il suo giovane leader

Con 630 minuti collezionati, il polacco è l’unico “2000” ad essere sempre stato utilizzato in Serie A. Un numero che evidenzia la grande crescita del giovane difensore in questa stagione.

“Se puoi sognarlo, puoi farlo”, ripeteva in continuazione Walt Disney. E, a pensarci bene, Sebastian Walukiewicz sembra proprio il protagonista di uno di quei racconti fantastici in cui il personaggio principale, dopo le tante difficoltà iniziali, riesce poi a vivere il più bello dei “lieto fine”. Diciassette partite senza mai mettere piede in campo, l’anno scorso, per poi riuscire ad affermarsi a suon di prestazioni in Italia dopo quanto fatto di buono in patria con la maglia del suo Pogoń Szczecin. Ora, il gioiello polacco è uno dei pilastri principali sui quali si fonda il nuovo Cagliari di Di Francesco. Una sicurezza col numero 40 sulle spalle al centro della difesa rossoblù. Un talento limpido e cristallino sul quale costruire il futuro del club isolano.

Costante – 630 minuti in campo senza mai saltare un solo istante dei 7 turni di campionato finora andati in scena. Una statistica che rende Walukiewicz l’unico “2000” della nostra Serie A ad essere stato sempre utilizzato dal proprio allenatore e uno dei componenti dell’elite di 28 giocatori mai usciti dal terreno di gioco. Dati assolutamente non da poco per un ragazzo giunto soltanto alla sua seconda annata in massima serie dopo le 16 presenze collezionate nella scorsa stagione.

Schierato titolare nel pareggio in casa del Sassuolo e nella sconfitta interna contro la Lazio al fianco dell’estone Klavan, il classe 2000 polacco ha poi sempre fatto coppia con “El Caudillo” Diego Godin, sbarcato a Cagliari nell’ultima sessione di mercato per incrementare il livello d’esperienza nel pacchetto arretrato rossoblù. Dopo le prove generali nei match precedenti al confronto con la Sampdoria, contro i blucerchiati il polacco e l’uruguaiano hanno fatto registrare un’intesa che pare ormai raggiunta. E non è un caso se l’ottima prestazione del tandem difensivo rossoblù sia concisa col primo clean sheet stagionale.

Numeri

Con 29 palloni recuperati, 13 intercettati, 15 respinte difensive e l’83% di contrasti vinti, Walukiewicz è – numeri alla mano – una delle note più liete nel Cagliari formato 2020-2021. Un giocatore che sembra incarnare al meglio le caratteristiche del difensore moderno adatto allo stile di gioco offensivo di Di Francesco. Bravo nelle uscite palla al piede e nella gestione della sfera, il ventenne di Gorzów Wielkopolski ha finora effettuato 23 lanci positivi, mettendosi in luce per le sue strepitose doti da play difensivo. Qualità che hanno indotto il ct Jerzy Brzeczek ad affidargli anche le chiavi della difesa della nazionale polacca.

Il prossimo 21 novembre, “Walu” sarà probabilmente in campo nella sfida tra Cagliari e Juventus dell’Allianz Stadium. Un impianto nel quale, il 6 gennaio scorso, tutto era cominciato. Prima presenza in A e inizio della favola di Sebastian, pronto ora a riaffrontare i bianconeri per chiudere il primo cerchio in maglia rossoblù. Quello della crescita e della maturazione. E così, davanti a Cristiano Ronaldo e compagni, si presenterà un giocatore diverso: quello che prima era solo un semplice prospetto interessante, ora è un leader “young” nella difesa di Di Francesco.

Alessio Caria

 

AL BAR DELLO SPORT

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti