Alla ricerca del punto esclamativo

La Dinamo prepara l’ultima partita di regular season contro Cantù con i play-off già assicurati, sperando di scalzare Brindisi per guadagnare il fattore campo nel primo turno.

Partiamo dal principio: la Dinamo farà i play-off. E questa certezza, ottenuta con un turno d’anticipo, appena un mese fa sembrava pura utopia visto che i biancoblù stazionavano a ridosso dell’ottava posizione senza riuscire a trovare una propria collocazione. Poi la macchina guidata da coach Pozzecco ha iniziato a trovare il proprio passo ideale ed è scaturita la serie impressionante di vittorie che ha portato a vincere la Europe Cup e mettere in cassaforte la post-season.

Gli ultimi 40 minuti, tuttavia, non possono essere presi sottogamba da Smith e compagni, dal momento che coi suoi 34 punti la Dinamo è in piena bagarre per ottenere la miglior posizione possibile, ovvero la quarta al momento occupato da Brindisi a quota 36.
In caso di vittoria di Sassari e sconfitta dei pugliesi, impegnati in casa contro Trento, le due squadre sarebbero a pari punti a 36 con la differenza canestri che favorisce la Dinamo per un punto e permetterebbe ai giganti di giocare la serie col fattore campo.
Inutile dire, invece, che in caso di doppia vittoria casalinga Brindisi resterebbe quarta e la Dinamo quinta, con fattore campo che resterebbe in favore dei pugliesi.

Fin qui in caso di vittoria Dinamo. Se invece, scongiuri d’obbligo, Cantù dovesse violare il PalaSerradimigni si potrebbe assistere ad un autentico ingorgo a quota 34 punti. La Dinamo all’andata ha battuto Cantù con 9 punti di vantaggio, quindi per non perdere posizioni dovrà eventualmente contenere il distacco per non essere scavalcata dai lombardi. Ecco le possibili soluzioni:
A) La Dinamo resta quinta arrivando a pari punti con Varese, Trieste, Cantù e Trento (che resta fuori dai play-off) o almeno tre di esse grazie agli scontri diretti complessivi;
B) La Dinamo scivola sesta in caso di arrivo con Cantù, Varese e Trento (sconfitta di Trieste);
C) In caso di sconfitta con più di 14 punti, addirittura, Sassari potrebbe finirebbe addirittura settima superata da Varese.

Il discorso è piuttosto complesso ma non di lana caprina, dal momento che perdere la quinta piazza significa incrociare il cammino con una tra Venezia e Cremona, sempre giocando col fattore campo avverso, per quanto il tabellone potrebbe farsi più interessante trovandosi dalla parte opposta rispetto a Milano, che invece sarebbe avversaria praticamente certa in semifinale chiudendo quarta o quinta. Ci sarà tempo per tutte le valutazioni del caso, una cosa intanto è certa: la Dinamo in ogni caso farà i play-off, e questa per il momento è la miglior notizia possibile.

Claudio Inconis

Sponsorizzati