Breve pausa per il Cagliari allo Stadio del Vento

Aritzo 2020 | Doppio play e un tocco: ecco il Cagliari di Di Francesco

Doppio play, palla sempre a terra e gioco di prima. Ecco i primi indizi dati dal Cagliari di Di Francesco nel primo allenamento allo stadio Del Vento ad Aritzo.

Il comandante Eusebio sempre al centro del campo e praticamente mai in silenzio: consigli, richieste tattiche e complimenti ai suoi. Di Francesco è già carico per la sua avventura rossoblù nonostante il mercato per ora gli abbia regalato solo il centrocampista rumeno Marin. Parso ancora un po’ spaesato nelle alchimie in campo con i nuovi compagni ma tecnicamente e nella visione delle giocate già centrato per trovare riscatto in Sardegna dopo l’annata poco felice all’Ajax.

Mattinata di allenamenti, che dà il via alla doppia seduta odierna, iniziata con una fase di attivazione muscolare seguita dal vice Calzona. A parte Oliva che sta continuando il suo percorso di riabilitazione dopo l’infortunio alla caviglia patito nel post lockdown. Solo scarico e stretching per il Cholito Simeone per un leggero mal di schiena (dorsalgia). Dopo la prima fase atletica la squadra ha lavorato con Di Francesco in campo ridotto sull’impostazione, il giro palla e la costruzione sotto pressione avversaria. Due squadre a ranghi ridotti: Pinna, Boccia, Rog, Michelotti, Caligara, Joao Pedro contro Faragò, Pisacane, Klavan, Lykogiannis (una probabile difesa rossoblù al momento), Nandez e Pavoletti. Marin e Ladinetti ad agire come doppio play con entrambe le squadre. Poi sostituiti da Rog e Nandez. Ancora presto per trovare indicazioni precise ma il doppio play farebbe pensare anche a un 4-2-3-1 oltre al classico 4-3-3. Modulo già usato da Di Francesco anche nell’esperienza con la Roma. Tra le richieste più ricorrenti la proiezione offensiva per vie centrali e la volontà di usare il terzino solo dopo aver costruito tra centrali difensivi e play e non quindi in partenza di azione. Dopo la prima sgambata tattica serie di esercizi sulla costruzione offensiva: parte il centrale, palla al play che scarica indietro, si va dalla mezzala che apre per il terzino e palla in mezzo per la punta esterna del lato opposto. Questo la giocata standard che il Cagliari di Di Francesco ha provato più assiduamente. A chiudere la sessione una serie di tiri da fuori area. A cominciare dalla sessione della serata si aggregano al gruppo in ritiro i Primavera Bruno Conti, Francesco Cusumano, Abel Kanyamuna e Michele Masala.

dall’inviato Roberto Pinna

Giovanni Simeone precauzionalmente a riposo ad Aritzo
Giovanni Simeone precauzionalmente a riposo ad Aritzo

 

AL BAR DELLO SPORT

guest
1 Commento
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Danilo
Danilo
03/09/2020 13:13

Penso che servono difensori perché tra likogianis Pisacane ceppitelli pinna farago klavan walukieich, si salva solo l ultimo.
Abbiamo una difesa ridicola da metà classifica in serie B.