Che incubo! | LE PAGELLE

Pagelle, cronaca e tabellino di Arzachena-Gozzano 1-2.

Al “Biagio Pirina” l’Arzachena perde 2-1 contro il Gozzano e dà un’altra scossa negativa alla sua classifica. Lotta salvezza sempre più dura per Ruzzittu (suo il gol della speranza) e compagni, dopo l’ennesimo scivolone contro una diretta concorrente. E se viene meno il fortino “Pirina” la salita si fa più che pirenaica…

LA CRONACA – Primo tempo avaro di emozioni, con l’Arzachena che sembra partire meglio ma di fatto non calcia mai verso la porta di Casadei. E non riuscirà a farlo per tutta la frazione. Il Gozzano non è che crei molto di più, anche se cresce alla distanza, azionando sempre più i suoi fluidificanti e appoggiandosi progressivamente meglio su Libertazzi e Rolando. Pini non trema, ma al 33′ arriva l’episodio: cross di Evan’s e svirgolata goffa di Busatto, che infila il suo portiere con il gambone verso l’incrocio. L’Arzachena si disunisce, sbaglia tantissimi appoggi e lanci, il Gozzano va vicino al bis con Grossi (tiro fuori dal limite) ed Emiliano (schema da corner, tiro secco da dentro l’area murato da Ruzzittu sulla linea), fino al riposo. Nel secondo tempo Giorico manda subito in campo Sanna (condizioni fisiche precarie, pochi allenamenti alle spalle) per un impreciso Porcheddu, Soda risponde con Graziano al posto di Palazzolo e Rolfini per Rolando, allo scoccare dell’ora di gioco. L’Arzachena non produce nulla, il Gozzano si difende con ordine e punge, ed è Messias a suonare la carica: prima Baldan lo ferma all’ultimo in uno contro uno, poi incorna il 2-0 in modo chirurgico su cross dalla bandierina. A quel punto l’Arzachena dei miracoli si desta, si butta avanti senza nulla da perdere e Ruzzittu incorna da centravanti vero la punizione laterale di Casini. Smeraldini avanti tutta, Casini sbaglia un tap-in clamoroso (tiro di Sanna), Trillò manda fuori di un soffio sul corner seguente. La confusione finale non è propizia, per gli isolani è crisi e classifica sempre più buia. Per i piemontesi la Sardegna è ancora terra di conquista, dopo il poker all’Olbia.

LE PAROLE DI MAURO GIORICO, DANILO RUZZITTU E ANTONIO SODA DOPO LA PARTITA! Clicca qui

Di seguito le pagelle del match: 

Pini 6 – Impallinato da Busatto e Messias, non ha molto altro da fare in un match nefasto per i suoi.

Busatto 4.5 – Sfortunato nell’episodio che svolta il pomeriggio, fatica a riprendersi e soffre in quella zona do Evan’s era prevedibile spauracchio.

La Rosa 5.5 – Non fa danni, e tanto basta. Sparacchia qualche pallone di troppo in avvio di (potenziale) manovra.

Baldan 6 – Ultimo baluardo, merita la sufficienza con un paio di salvataggi.

Arboleda 5 – Poco efficace dietro, nullo in avanti, pasticcione nel complesso. (73′ Manca 5 – Non ha le caratteristiche per dare all’Arzachena lo spunto che serve in situazione di svantaggio)

Pandolfi 4.5 – Sbaglia subito molto, non trovando mai la posizione, non riuscendo a fare da pendolo tra mediana e trequarti. Pomeriggio di disagio.

Porcheddu 5 – Cerca di mettere ordine, ma galleggia senza costrutto, sbagliando parecchi appoggi o lanci. Sovrastato fisicamente da un Gozzano organizzato e strutturato in tutti i suoi elementi. (53′ Sanna 5.5 – Non trova il guizzo, è in condizioni precarie, ma nel finale cerca il miracolo e viene fermato da Casadei).

Casini 5 – Finale orgoglioso, prima del quale gioca una delle peggiori partite della sua avventura smeraldina.

Trillò 5 – Mai nel vivo della partita, non riesce mai a sganciarsi con una delle sue sfuriate isolate che qualcosa, di riffa o di raffa, possono portare.

Gatto 4.5 – Si appiattisce in prima linea e aspetta che gli arrivi qualcosa, anziché cucire il gioco e determinare. Invisibile. (80′ Bruni SV – Minuti finali nella disperazione infruttuosa)

Ruzzittu 5.5 – Nel finale riscatta, con il secondo gol tra i pro, un pomeriggio di grande fatica. Non riesce a fare il riferimento centrale, meglio quando può svariare con i suoi dinamismo e generosità. Le sue parole dopo il match

Allenatore: Mauro Giorico 4.5 – Pesantissimo rovescio in una di quelle gare da vincere per forza e che di solito lui e la sua truppa non sbagliano. Non c’è nulla da salvare in un match dove la scossa è arrivata solo a babbo morto. Basterà il calciomercato per tirare fuori l’Arzachena dai guai? Le sue parole dopo il match

TABELLINO
ARZACHENA-GOZZANO
ARZACHENA (3-5-2):
 Pini; Busatto, La Rosa, Baldan; Arboleda (73′ Manca), Pandolfi, Porcheddu (53′ Sanna), Casini, Trillò; Gatto (80′ Bruni), Ruzzittu. A disp.Ruzittu, Carta, Corinti, Casuli, Onofri. All. Giorico.
GOZZANO (3-4-2-1): Casadei: Emiliano, Manè, Tordini (85′ Rizzo); Grossi (64′ Gemelli), Tumminelli, Palazzolo (59′ Graziano), Evan’s; Rolando (60′ Rolfini), Messias; Libertazzi (85′ Secondo). A disp. Viola, Petris, Romeo, Carletti, Salvestroni, Acunzo, Bruzzaniti. All. Soda.
Arbitro: Giuseppe Repace di Perugia. (Salama/Fontemurato).
Reti: 33′ aut. Busatto (G), 74′ Messias (G), 81′ Ruzzittu (A)
Note: ammoniti Tordini (G), Manè (G), Graziano (G), Casadei (G), Tumminelli (G)

Fabio Frongia