Cagliari, 30 giugno bollente: le ultime sulle scadenze

Giornata frenetica in casa Cagliari con il nodo scadenze – dei prestiti secchi e dei contratti – che tiene banco. Discussioni serrate tra le parti in causa, in una situazione portata a una definizione completa all’ultimo giorno e che potrebbe incidere non poco nelle scelte del prossimo futuro di Walter Zenga, che rischia di ritrovarsi con una rosa ridotta all’osso in alcuni ruoli.

Per quel che riguarda la questione dei prestiti secchi non dovrebbero esserci stravolgimenti rispetto a quanto trapelato nelle ultime ore, con Olsen pronto a fare le valigie e tornare a Roma in attesa di una nuova destinazione per la prossima stagione, Nainggolan e Pellegrini confermati con il prestito allungato ad agosto in accordo con i giocatori e con le società detentrici del cartellino, Inter e Juventus. Anche Mattiello, in prestito con diritto di riscatto e legato al Cagliari da un contratto annuale con opzione per ulteriori due stagioni in caso di conferma, dovrebbe restare almeno fino ad agosto, mentre sul futuro a lungo termine si vedrà nelle prossime settimane.

Il nodo contratti – Più spinoso il tema relativo ai quattro giocatori in scadenza di contratto oggi e che, in caso di mancato accordo, saluterebbero la Sardegna da subito. Se Rafael dovrebbe restare fino alla chiusura della stagione allungata, per poi scegliere tra le diverse opzioni – Roma, permanenza in rossoblù o ritiro dal calcio giocato – diverse sembrano le posizioni di Klavan, Cacciatore e Cigarini. Il Cagliari, infatti, avrebbe proposto ai giocatori un prolungamento dell’accordo fino alla fine del campionato, ma ci sarebbero problemi tra le parti per quanto riguarda il discorso economico, tra stipendi e bonus. Tra cui, secondo quanto abbiamo raccolto, quello previsto per il raggiungimento del decimo posto (circa 20 mila euro), ulteriore aspetto che porterebbe Klavan, Cigarini e soprattutto Cacciatore a dire addio alla maglia rossoblù già da oggi.

Resta da capire quali saranno le prossime mosse di Giulini, se ci sarà un rilancio da parte del Cagliari o se arriverà la fumata nera nella prossime ore privando così Zenga di tre elementi importanti per le rotazioni, soprattutto in difesa dove con l’infortunio di Pisacane le scelte sarebbero limitate. Una giornata di passione, dunque, con discussioni serrate dalle quali dipenderà il futuro del Cagliari nelle prossime dieci partite: qualora non si trovasse la quadra si prospetta un’ulteriore occasione per i giovani della Primavera dopo l’esordio di Carboni contro il Torino.

Matteo Zizola

AL BAR DELLO SPORT

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti