agenzia-garau-centotrentuno
Keita Baldé festeggia Joao Pedro insieme ai compagni | Foto Luigi Canu

Cagliari, che feeling tra Joao Pedro e Keita: subito gol, assist e occasioni

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Da una parte il giocatore più impattante nella storia recente del Cagliari, dall’altra un talento indiscusso del calcio italiano che sta cercando la giusta dimensione per un pronto riscatto. João Pedro e Keita Baldé. La nuova coppia d’attacco del Cagliari di Mazzarri che promette bene dopo l’ottima gara dell’Olimpico contro la Lazio.

Leader

Sul brasiliano ormai è quasi inutile sprecare troppe parole. JP10 è il secondo giocatore del Cagliari a segnare almeno quattro reti nelle sue prime quattro presenze stagionali in Serie A nell’era dei tre punti a vittoria (dal 1994/95), dopo Marco Borriello nel 2016/17. Ma non solo, il capitano rossoblù è anche il giocatore che ha preso parte a più reti (sei, quattro gol e due assist) nella Serie A in corso. E sempre lui è diventato il primo giocatore del Cagliari a prendere parte ad almeno un gol in tutte le sue prime quattro partite stagionali di Serie A dal 2004/05. Con Keita in avanti Joao ricopre un ruolo diverso rispetto al recente passato. Sia centravanti che play offensivo. Il brasiliano unisce i reparti, detta la profondità con l’inserimento ma è abile anche a rifinire. Come capitato proprio nell’azione del 2-1 quando ha servito l’ex Monaco in area di rigore biancoceleste.

Duo

Keita da parte sua attacca gli spazi lasciati liberi da Joao Pedro, permette con i suoi tagli l’inserimento dei centrocampisti e al tempo stesso dà un’opzione a rimorchio sui cross per andare al tiro. Contro la Lazio ha realizzato la prima rete con la maglia dei sardi, dopo il rigore procurato nella sfida al Genoa, e ha segnato un gol all’Olimpico in Serie A per la prima volta da dicembre 2018, quando vestiva la maglia dell’Inter contro la Roma. Può ripetersi già contro l’Empoli? Keita Baldé ha segnato quattro gol contro l’Empoli in Serie A: uno in ciascuna delle ultime quattro partite disputate contro i toscani. Contro nessuna squadra ha segnato di più nel massimo campionato italiano (quattro reti anche alla Fiorentina). Il dubbio è se in questo attacco c’è spazio anche per Pavoletti, e se quindi Mazzarri possa utilizzare il doppio trequartista, molto offensivo, a supporto della vera punta. Ma il tecnico ex Torino vorrà fare uno step alla volta e per ora si gode la nuova coppia brasiliano-senegalese composta da Joao Pedro e Keita Baldé, che sembra aver portato imprevedibilità e maggiori opzioni all’attacco rossoblù.

Roberto Pinna

 

Al bar dello sport

1 Commento
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti