agenzia-garau-centotrentuno
semplici-cagliari-pisa

Cagliari, come il mercato condiziona il modulo e le scelte di Semplici

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Dopo il precampionato, passato tra il ritiro in Trentino, quello di Aritzo e gli allenamenti ad Asseminello, e la prima partita ufficiale in Coppa Italia, vinta per 3-1 alla Unipol Domus sul Pisa, il Cagliari si appresta a esordire nel nuovo campionato, tra voci di mercato, dubbi di formazione e incertezze sulla composizione di una rosa ancora incompleta.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Segnali estivi
Durante il precampionato Semplici ha lavorato molto sul 3-4-2-1 come modulo tattico, con Joao Pedro e Gaston Pereiro dietro l’unica punta Pavoletti. A volte alzando il raggio di azione del brasiliano in linea con la punta livornese e usando un solo rifinitore. I risultati nelle amichevoli, specie quelli con club di pari livello come Augusta e Mallorca, non sono stati buoni. La squadra ha concesso infatti molto agli avversari in fase difensiva e il centrocampo rossoblù spesso si è ritrovato a rincorrere in inferiorità numerica rispetto.

Prima ufficiale
Diverso ciò che è successo sabato scorso contro il Pisa nel primo turno di Coppa Italia, sfida che oltre al ritorno del pubblico ha fatto emergere diversi aspetti positivi nel gioco dei ragazzi di Semplici. La squadra è scesa in campo con il 3-5-2 e seppur contro una rosa di categoria inferiore, i rossoblù sono riusciti a condurre la partita per la maggior parte del tempo, rendendosi molto pericolosi e concedendo il giusto agli avversari, grazie all’aggiunta di Deiola in mezzo al campo, che ha reso il centrocampo rossoblù meno penetrabile e più folto.
Il Cagliari è riuscito a fare quindi un ottima partita attraverso una squadra che è parsa sicura dei propri mezzi con il solito 3-5-2 di “Sempliciana” memoria. Tecnico toscano che ha deciso di tornare dunque sui suoi passi e di non schierare il 3-4-2-1 variante a 3-4-1-2, affidandosi invece a un modulo che aveva dato più soddisfazioni e affidabilità nella passata stagione caratterizzata dalla lunga rincorsa salvezza.

Niente svolta?
Semplici pertanto per l’inizio del campionato contro lo Spezia, sembra indirizzato a irrobustire il centrocampo, aggiungendo un uomo in mezzo alla mediana e schierare la squadra con il 3-5-2, abbandonando per ora il 3-4-2-1 che non ha del tutto convinto nelle ultime uscite amichevoli. Senza dimenticare che la scelta di non investire nuovamente su Radja Nainggolan e la necessità di avvicinare il più possibile alla porta Joao Pedro ha influito e non poco nelle scelte tattiche dei rossoblù. Per il futuro però il 3-4-1-2 resta come alternativa dei sardi, specie per cambiare la squadra a partita in corso o anche dall’inizio in partite dove servono strategie offensive diverse. Oltre ai dubbi di mercato quindi per Semplici, a pochi giorni dal via del nuovo campionato, restano anche dei dubbi sullo schieramento della formazione rossoblù, che per ora sembrano svaniti almeno fino a quando la rosa non verrà rinforzata con nuovi innesti. Senza dimenticare che mancano due settimane alla fine del calciomercato.

Andrea Scozzafava

 

Al bar dello sport

5 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti