agenzia-garau-centotrentuno
Zito Luvumbo durante Cagliari-Reggina | Foto Gianluca Zuddas

Cagliari, contro il Parma per rompere l’equilibrio: i precedenti della sfida

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
sardares
sardares

Il 17 aprile 2021 la sfida tra Cagliari e Parma, nella cornice dell’Unipol Domus, significò l’inizio dell’impresa salvezza per una e la discesa verso l’Inferno cadetto per l’altra, con un 4-3 pirotecnico in favore dei rossoblù all’epoca guidati da Leonardo Semplici. Ora le due formazioni, entrambe militanti in Serie B, si incroceranno nuovamente sabato 3 dicembre 2022, con calcio d’inizio alle ore 18.00, per dare una decisa sterzata alla loro stagione, finora al di sotto delle aspettative.

I precedenti

Cagliari e Parma si sono incontrate 68 volte tra Serie A e Serie B: il bilancio tra le due squadre è di grande equilibrio con 23 vittorie per parte e 22 pareggi, di cui 8 nelle ultime 11 sfide in cadetteria (l’ultima più recente risale all’1-1 del Tardini del 14 aprile 1990). Le due squadre non vengono da un momento semplice. Da una parte c’è il Cagliari di Fabio Liverani, uno degli ex della sfida, reduce da 4 pareggi consecutivi negli ultimi 4 turni di campionato e che, in caso di nuovo segno “X”, potrebbe raggiungere il record della stagione 2003-2004 di 5 pareggi di fila in Serie B (lo score risale a marzo 2004 n.d.r.). Dall’altra, invece, c’è il Parma di Fabio Pecchia, che ha perso le ultime 2 trasferte in Serie B senza nemmeno riuscire a segnare: l’ultima volta che i ducali hanno registrato uno score negativo di più sconfitte consecutive esterne senza far gol in cadetteria è stato tra gennaio e marzo del 1990 (all’epoca la serie fu di 4).

Filosofie differenti

In vista della partita di sabato alla Domus tra Cagliari e Parma, sarà interessante vedere in campo la filosofia che metteranno in campo le due squadre. I rossoblù sono la squadra, tra quelle partecipanti alla Serie BKT 2022-2023, ad aver registrato il maggior numero di sequenze su azione con almeno 10 passaggi (154 – almeno 30 più di qualsiasi altra squadra), oltre ad essere la seconda con la percentuale più alta di passaggi riusciti (82,1%), dietro solo al Bari (82,3%). I ducali, invece, basano molto i loro attacchi su situazioni di uno contro uno: non solo sono la formazione che tenta più dribbling in questa edizione della Serie B (21 di media a partita), ma anche quella che ne completa di più in percentuale (46,2% di dribbling riusciti).

Fattore individuale

Un altro aspetto di interesse della sfida tra isolani e ducali di sabato prossimo alla Domus sarà anche quello di vedere all’opera alcuni giocatori che fino ad oggi sono stati decisivi in fase offensiva per le sorti delle rispettive formazioni: stiamo parlando, sponda Cagliari, di Zito Luvumbo e Gianluca Lapadula, mentre sul fronte Parma, del “Mudo”, Franco Vazquez. Luvumbo, statistiche alla mano, è il più giovane giocatore della Serie BKT 2022-2023 ad aver già segnato più di una rete (3) e servito più di un assist (2). Lapadula, a segno da 4 partite consecutive, punta a raggiungere il suo record di 5 segnature consecutive, risalente all’aprile 2016, quando vestiva la maglia del Pescara. Vazquez, invece, è protagonista nel Parma sia in fase offensiva sia in quella difensiva. Il numero 10 di Pecchia, infatti, è il giocatore che vanta il maggior numero di dribbling riusciti in questa Serie B (42), mentre è secondo – dietro a Salvatore Esposito della Spal (118) – per numero di palloni recuperati (98) tra i giocatori di movimento nel campionato cadetto in corso.

Fabio Loi

 

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti