Charalampos Lykogiannis | Foto Emanuele Perrone

Cagliari, da Godin a Lykogiannis: chi recupera per Verona?

Il Cagliari spera in almeno due dei recuperi dei quattro giocatori titolari che sono stati costretti a saltare la partita contro lo Spezia di domenica.

L’infortunio di Charalampos Lykogiannis e la positività di Diego Godin hanno costretto mister Eusebio Di Francesco a ridisegnare la sua difesa, pescando dalla panchina il giovane Andrea Carboni, preferito nel ruolo di terzino a Tripaldelli, e Ragnar Klavan, protagonista suo malgrado nel finale contro gli Aquilotti con il fallo da rigore su Piccoli. Il greco e l’uruguaiano potrebbero presto tornare in gruppo rimpolpando un reparto inizialmente affollato, ma che si è ridotto nelle ultime settimane.

Solidità ellenica – Partito in punta di piedi, il greco ha saputo conquistare Eusebio Di Francesco che si è sempre affidato a lui sin dalla prima partita. La capacità di scalare nei tre di difesa con Zappa alto e salire al momento giusto sono stati fondamentali nella scelta del terzino greco nell’equilibrio del 4-2-3-1 del tecnico abruzzese; da qui la scelta di affidarsi nella partita con lo Spezia ad Andrea Carboni e non a Tripaldelli. Il centrale di Tonara, pur non essendo un terzino di ruolo, ha infatti caratteristiche più simili a quelle di Babis che ha osservato dalla tribuna le ultime partite in attesa di recuperare dall’infortunio subito in nazionale. Il problema al polpaccio, secondo quanto riportato da L’Unione Sarda, dovrebbe essere ormai smaltito e Lykogiannis dovrebbe aggregarsi al gruppo già alla ripresa degli allenamenti del martedì.

Torna lo sceriffo? – Diego Godin potrebbe essere il primo dei quattro positivi al coronavirus a tornare a disposizione: tutto dipenderà dal risultato dei tamponi che si avranno nei prossimi giorni. Conclusa la quarantena di 10 giorni, nella giornata odierna si avrà l’esito del primo effettuato nella giornata di ieri; in caso di negatività per il via libera ne serviranno altri due come da protocollo che verranno effettuati nella giornata di oggi e domani. Il numero 2 rossoblù ha dichiarato sin dal 19 novembre, giorno del suo ritorno dalla finestra di qualificazioni mondiali, di sentirsi bene e di aver superato subito il malessere iniziale durato appena qualche ora. In caso di rientro resta da capire però se Godin venga subito piazzato al centro dalla difesa da Di Francesco al Bentegodi: sembra più plausibile ancora una chance da titolare per Klavan che, finale con Spezia a parte, non ha fatto poi così male insieme a Walukiewicz, anche se tra i due c’è qualche dettaglio sull’intesa da limare. Più lontano il recupero degli altri tre sudamericani, Giovanni Simeone (positivo il 24 novembre), Nahitan Nandez (26 novembre) e ovviamente l’ultimo in ordine di data Pereiro (28 novembre).

Matteo Porcu

 
3 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti