agenzia-garau-centotrentuno
Nahitan Nandez in allenamento con la Celeste

Cagliari, dal nodo Godín al futuro di Nández: occhi sulla Copa America

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

La testa alla Copa America che li vedrà esordire contro l’Argentina nella notte tra venerdì 18 giugno e sabato 19. C’è però anche il futuro da scegliere, con situazioni diverse, ma con lo stesso equilibrio precario. Nahitan Nández e Diego Godín pensano al campo e alla nazionale dell’Uruguay, ma nel frattempo lo sguardo è anche su quel che sarà della loro esperienza con la maglia del Cagliari.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Ingaggio faraonico
Il capitano della Celeste è a un bivio. Anzi, di fronte a un muro, quello alzato dal Cagliari sul suo contratto. “Non possiamo sopportare un ingaggio che preclude altre operazioni”, queste le parole di Stefano Capozucca all’Unione Sarda. Un ritornello già sentito nella conferenza stampa del direttore sportivo rossoblù e che conferma la posizione netta della società su Godín. Anche se “c’è un contratto, nessuno può impedirgli di restare, ma stiamo lavorando per una soluzione che accontenti tutti”. Ci ha provato la Dinamo Mosca che ha proposto un ingaggio anche superiore a quello percepito a Cagliari, ma Godín ha declinato momentaneamente l’offerta. C’è l’amico Medina, allenatore dal Talleres, ma anche in questo caso resta il nodo ingaggio. Problema comune anche al Betis Siviglia che ha sondato la possibilità di riportarlo nella Liga spagnola. “È falso che ha proposto di spalmarsi l’ingaggio per restare”, la sentenza di Capozucca. Restano però due possibili strade, quella di un Godín che si dimezza lo stipendio da 3,5 milioni netti per la prossima stagione, con opzione per la successiva, oppure la classica buonuscita che compensi l’ingaggio inferiore che percepirebbe altrove. Una bella gatta da pelare per tutti i protagonisti, la classica fase di stallo nella quale ognuno aspetta la mossa della controparte per capire la direzione da prendere.

Salto in alto
“Meriterebbe un top club“, così Capozucca su Nahitan Nández. Una dichiarazione che fa il paio con quella della precedente conferenza, quando il ds rossoblù disse che la sua permanenza “non la determiniamo noi, ma il mercato”. Tradotto, se dovesse arrivare un’offerta importante al giocatore sarà necessario trovare il modo di guadagnarne tutti. Capozucca ha, di fatto, confermato il sondaggio dell’Inter, vera e propria favorita nella corsa al León. Un’idea più concreta di quanto abbia fatto trapelare il direttore sportivo rossoblù e sulla quale si sta cercando di trovare un accordo. I nerazzurri hanno provato la carta delle sole contropartite, ma Tommaso Giulini ha rispedito indietro al mittente la proposta. Necessaria una parte cash, il desiderio del Cagliari è di portare in Sardegna Federico Dimarco e Andrea Pinamonti.

Leeds no, ma…
“C’è qualche club straniero interessato” ha aggiunto Capozucca, “ma nulla di concreto”. Non dalla Premier, o almeno non dal Leeds. I bianchi dello Yorkshire sono ancora alle prese con il rinnovo di Bielsa e per ora non hanno avanzato una nuova proposta dopo quella nelle fasi finali dell’ultimo mercato estivo. Pensare alla Premier League è la logica conseguenza, ma da quanto abbiamo appreso è dalla Bundesliga che sono arrivati alcuni sondaggi per Nández. Top secret i club che hanno messo gli occhi sul numero 18 rossoblù, ma in ogni caso resta in pole la soluzione nerazzurra, nettamente in vantaggio anche sulla Roma. I giallorossi potrebbero essere lo specchietto per le allodole sulla falsariga di quanto accaduto per la cessione di Barella nel 2019. Inter favorita, Roma come spinta per far stringere i tempi al club milanese e accelerare la ricerca di quell’accordo che possa soddisfare anche il Cagliari. Fermo restando che l’Inter dovrà comunque prima cedere un pezzo grosso per poter accontentare la richiesta di cash da parte di Giulini.

Matteo Zizola

 

Al bar dello sport

3 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
sandy-sardinia-spiagge-sardegna