Cagliari, dalla Lazio sei diventato fragile

L’analisi del difficile momento attraversato dai rossoblù di Rolando Maran, che si preparano al trittico di gare lombarde con numeri da brivido nelle ultime 5 gare.

Cagliari-Milan 0-2, quarta sconfitta consecutiva per i rossoblù. Nei momenti di difficoltà bisogna partire dai numeri per capire dove si sta sbagliando. E i numeri dopo mesi di costante crescita parlano di una situazione critica in casa Cagliari. Gli uomini di Maran hanno raccolto 1 punto nelle ultime 5 gare giocate. È il peggior rendimento di tutta la Serie A. Il Cagliari nelle ultime cinque giornate è anche la squadra che ha subito più gol: 12. In generale nelle ultime otto partite i sardi hanno sempre subito almeno due gol. Crisi e numeri in rosso anche in attacco. Sempre nelle ultime cinque il Cagliari ha realizzato quattro gol, peggio fa solo la Spal con 3 marcature. Nelle ultime due partite poi i rossoblù sono rimasti a secco.

SCORIE MENTALI DA ELIMINARE – Dai numeri da Champions a quelli da retrocessione, cosa si è rotto in casa Cagliari? Complicato dirlo. Di sicuro c’è stato un calo fisico generale e un rendimento non ottimale di alcuni degli uomini chiave. A stupire però è l’atteggiamento. Nelle ultime gare il Cagliari ha tenuto un baricentro molto basso e ha faticato a creare con continuità chiare occasioni da rete. L’impressione dunque è che alla base di questa crisi di risultati invernale ci sia un blocco mentale più che un deficit tattico o tecnico. Anche dopo la sconfitta contro il Milan sia Maran che Pisacane in zona mista sono tornati sulla sfida alla Lazio. In quella sconfitta all’ultimo respiro qualcosa si è rotto a livello psicologico. Il Cagliari fin lì quasi imbattibile si è riscoperto fragile e impaurito. Delle quattro sconfitte è indubbio che quella contro la Lazio sia stata la migliore per atteggiamento in campo dei rossoblù. Da lì in poi il Cagliari ha faticato ad esprimersi con il solito gioco fatto di difesa attenta e ripartenze letali.

QUEI MALEDETTI 7 MINUTI – E come spesso accade nel calcio quanto mentalmente non sei al cento per cento gli episodi non girano a tuo favore. Il Cagliari se va sotto fatica a restare in partita, anche contro il Milan dopo il vantaggio non ha praticamente mai avuto le forze di spezzare l’andamento del match. Così come era successo anche a Torino contro la Juventus. Maran aveva costruito un gruppo unito fatto di grinta e voglia di giocarsela contro chiunque. Spirito che sembra svanito al triplice fischio della sfida con la Lazio. E con il senno di poi si può dire che quel mega recupero che ha dato ai biancocelesti la vittoria al Cagliari ha tolto molto di più dei tre punti. Ritrovare quel atteggiamento mentale non è semplice, servirà un episodio importante.

Roberto Pinna

Accedi per commentare

Sponsorizzati