agenzia-garau-centotrentuno

Cagliari | Dall’Europeo al calciomercato: la lunga e calda estate di Obert

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram
sardares
sardares
sardares
signorino

L’Europeo con la sua Slovacchia, il futuro con il Cagliari e la voglia di essere sempre più protagonista dal primo minuto. Per Adam Obert quella del 2024 sarà un’estate da vivere tutta di un fiato, forse la più importante per la sua carriera nel breve periodo.

Impatto
Il duttile difensore classe 2002 ex Sampdoria è reduce da un campionato particolare con i rossoblù di Claudio Ranieri. Una salvezza centrata dopo una lunga rincorsa, tante presenze in partite importanti (17 quelle totali nel torneo da poco concluso, e diverse responsabilità come le partite da titolare contro Inter, Milan, Roma, Atalanta per citarne alcune), ma anche qualche panchina di troppo. Almeno nelle aspettative di un ragazzo che ha sposato da tempo la causa rossoblù, da quando ha lasciato Genova a parametro zero per approdare al Cagliari Primavera con la promessa, mantenuta, di fare la spola tra l’Under 19 e la prima squadra nel 2021. Un gran colpo di mercato in prospettiva quello messo a segno dal direttore sportivo della Primavera Pierluigi Carta, considerando soprattutto che Obert sarà l’unico rappresentante del Cagliari a Euro 2024 in Germania. Allenato tra l’altro da quel Francesco Calzona che nelle ultime ore, dopo essere già stato in Sardegna come vice di Eusebio Di Francesco, è stato accostato alla panchina del Cagliari per il dopo-Ranieri.

Momento
In nazionale Obert parte come prima o seconda alternativa nel pacchetto di centrali di Calzona. In totale per lui 4 presenze con la Slovacchia dopo le 11 con l’Under 21 del suo Paese. Tre delle quattro gare giocate però sono degli ultimi tre mesi, con il calciatore rossoblù che sta scalando sempre di più le gerarchie. Nel girone E la sua Slovacchia troverà Belgio, Romania e Ucraina e la speranza per Obert è quella di mettersi in mostra non solo con qualche spezzone, ma anche con qualche partita dal primo minuto. Con l’obiettivo passaggio del girone che è complesso ma non impossibile per la squadra di Calzona. E proprio l’Europeo potrebbe essere il trampolino di lancio per il calciomercato estivo.

Calciomercato
D’altronde la continua crescita (29 più 4 nei playoff le presenze già l’anno scorso in Serie B per Obert), il profilo da difensore internazionale, la duttilità tattica (può giocare sia sull’esterno mancino che al centro della difesa) che una predisposizione naturale al gioco palla al piede ne fanno un profilo appetibile. Il Cagliari è conscio di avere in casa un mini-tesoretto e una sicura plusvalenza e anche per questo Nereo Bonato nelle prossime settimane starà alla finestra. Non a caso già a gennaio, come confessato dallo stesso presidente Tommaso Giulini, Obert ha ricevuto diverse proposte dall’estero, dove sembra piacere ancora di più che in Italia: “Questo ragazzo ha un futuro importante davanti, ha rifiutato offerte di spessore, non è scontato dire di no se ti chiama l’Anderlecht, la Cremonese o mezza Serie B. Poteva guadagnare di più ma è rimasto perché ha sposato il progetto”. Discorso che però potrebbe valere meno in estate e l’impressione è che Obert se ricevesse una proposta interessante ora si fermerebbe a fare più riflessioni, in attesa soprattutto di capire se il nuovo allenatore del Cagliari punterà o meno su di lui. Con l’obiettivo che è quello di provare a fare una stagione con i gradi del titolare. Il Cagliari intanto aspetta con il contratto fino al 2027 che non concederà sconti a nessuno su uno dei profili più futuribili del club.

Roberto Pinna

Notifiche
Avvisami se ci sono
guest
15 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti