agenzia-garau-centotrentuno
cerri-cagliari-parma-centotrentuno-canu

Cagliari e attacco, per Simeone si fa avanti il Celta Vigo

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Tutti importanti, nessuno indispensabile. Questa la regola aurea in un momento in cui ogni entrata economica rappresenta una ventata d’aria fresca. Ci sono sì le certezze, sia nella lista delle conferme che in quella dei partenti. La cartina di tornasole è il reparto avanzato, un mix tra chi è sicuro di restare e chi ha le valigie pronte in attesa di sapere in quale banco fare il check-in.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Punti fermi
Centravanti e capitano. Pavoletti e Joao Pedro. Sono loro i due cardini dell’attacco del Cagliari di Semplici. Lo sono stati nel finale di stagione che ha portato alla salvezza, lo saranno anche nella prossima stagione. Anche per loro esiste una percentuale, decisamente minima, di possibili saluti alla Sardegna, ma fa parte delle pieghe del mercato. L’intenzione reciproca è quella di restare, il livornese pronto a proseguire la scia del riscatto dopo il periodo nero tra infortuni e panchine, il brasiliano di arrivare a quel rinnovo di contratto che ne sancirebbe definitivamente lo status di bandiera. Intorno a Pavo e Joao, però, tutto è in divenire. Esuberi chiari ed elementi per i quali la società cerca acquirenti al giusto prezzo.

Voglia di Liga
Giovanni Simeone è con un piede fuori dalla porta. Se non sono ancora entrambi ad averla varcata è perché l’investimento fatto per prelevarlo dalla Fiorentina non è facile da recuperare. Sedici milioni che ne rendono complicata una cessione redditizia o che almeno pareggi la cifra spesa in passato. Il Cholito ha richieste nonostante la stagione lontana dall’illusione delle prime giornate, dal Torino alla Sampdoria, ma il suo vero desiderio è quello di uscire dai confini italiani e trasferirsi in terra spagnola. E dalla Galizia arriva il primo vero sondaggio per il centravanti argentino. Il Celta Vigo ci prova, un altro elemento a favore dell’affare è la presenza sulla panchina degli spagnoli dell’argentino Eduardo Coudet, connazionale del Cholito e che ne apprezza le caratteristiche. Un altro dettaglio è che Simeone ha passaporto comunitario, aspetto che ne favorirebbe l’arrivo in Galizia considerato che il Celta ha tutti gli slot per gli extracomunitari occupati.

Tra saluti e dubbi
Continua la pressione del Ludogorets per Kiril Despodov. Dopo le dichiarazioni del direttore sportivo Georgi Karamadjukov che sottolineavano la volontà del club di Razgrad di trattenere il giocatore in Bulgaria, ecco quelle del nuovo direttore tecnico dei verdi campioni nazionali e prossimi alla partecipazione alla Champions League: “Non so quanto siamo vicini alla chiusura dell’affare”, queste le parole di Cosmin Moti, “stiamo parlando con lui ogni giorno”. Lo shuttle di Kresna riflette sulla permanenza con il Ludogorets, mentre l’accordo tra i bulgari e il Cagliari sarebbe già stato raggiunto sulla base di due milioni di euro. Tra gli esuberi anche il rientrante Diego Farias dopo che lo Spezia non ha esercitato il diritto di riscatto. Le sirene arabe della passata stagione potrebbero tornare, anche se il desiderio del mago di Sorocaba è quello di tornare in patria. Alberto Cerri ha trovato più spazio sotto la conduzione di Semplici, ma il suo destino appare lontano dalla Sardegna. Il centravanti parmense ha tante richieste dalla serie cadetta, Pisa su tutti, ma il giocatore al momento non sembra intenzionato al declassamento. Infine Gastón Pereiro, giocatore alla ricerca della consacrazione in maglia rossoblù dopo tanta sfortuna. Dovesse arrivare un’offerta il Cagliari penserebbe seriamente a una sua cessione, anche per via dell’ingaggio da un milione e 400 mila euro a stagione.

Matteo Zizola

Al bar dello sport

1 Commento
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti