Il diesse rossoblù Marcello Carli e Andrea Cossu ad Aritzo

Cagliari, è scattata la rivoluzione tra prima squadra e settore giovanile

Non lo sai, stanno parlando di una rivoluzione. A Cagliari nelle ultime ore risuona una musica senza tempo, come la famosa canzone di Tracy Chapman. Via Zenga in casa rossoblù è partita una vera e propria rivoluzione. A saltare non è stato solo il tecnico ma anche il direttore sportivo Marcello Carli.

Un fulmine a ciel sereno l’addio al diesse toscano. Nelle ultime settimane erano circolati, come anche anticipato su queste pagine, dei segnali di una frizione tra Carli e la dirigenza rossoblù. E alla fine è arrivato lo strappo. Il Cagliari cambia faccia e lo fa con Eusebio Di Francesco in panchina che ricoprirà un ruolo di allenatore manager con forte influenza nella costruzione della rosa del 2020-21. A ruolo di direttore sportivo della prima squadra dovrebbe essere promosso Pierluigi Carta, un passato a Olbia e poi più di recente responsabile del settore giovanile dei sardi. Con lui potrebbe avere un ruolo ancora più decisionale anche Andrea Cossu. L’ex trequartista ora all’interno dell’area scouting.

La promozione di Carta però porta a una rivoluzione anche nel settore giovanile. Dopo il lavoro fatto con le Under e la Primavera il responsabile potrebbe diventare Daniele Conti, anche perché pare imminente la separazione dall’ex tecnico Martino Melis per i giovani rossoblù. Senza dimenticare che l’artefice della Primavera dei miracoli, Max Canzi, dopo cinque anni andrà in Lega Pro all’Olbia con la squadra rossoblù che dovrebbe passare di mano al suo vice ed ex terzino Alessandro Agostini. Insomma il nuovo progetto Cagliari parte con un’importante colpo di spugna. A pagare il conto sono in tanti e alcuni sono stati, come Carli, tra i protagonisti assoluti del recente rossoblù. Dopo una stagione del centenario così deludente però non tutti i tasselli potevano restare al loro posto. Sarà stata una scelta azzeccata? La risposta la darà, come sempre, il campo.

Roberto Pinna

 

 

AL BAR DELLO SPORT

guest
3 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
arnaldo affricani
arnaldo affricani
07/08/2020 15:07

Dopo un campionato così? Qualcuno doveva pagare…

Corrado
Corrado
03/08/2020 17:07

Giusto che sia così. Ricominciare tutto daccapo.

Roberto
Roberto
03/08/2020 14:07

A me sembra una situazione simile al primo anno di Giulini: un allenatore come Zeman a fare da specchietto x le allodole e di contro un ds come Marroccu (tra i più scarsi in Italia) e una rosa da serie C