agenzia-garau-centotrentuno

I precedenti | Cagliari-Fiorentina, una classica di fine stagione

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

La sfida di questa sera fra rossoblù e viola sarà decisiva per il cammino verso la salvezza delle due squadre, dato che per entrambe la gara può portare alla salvezza matematica.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

I precedenti

Del resto, la storia insegna, quando si è giocato nelle ultime giornate di campionato, come accade in questa stagione, il confronto fra sardi e toscani ha spesso definito dei verdetti per l’una o per l’altra squadra. Il precedente più antico in questo senso risale alla stagione 1975/76, quella della retrocessione in B dei rossoblù, che già matematicamente condannati dalla precedente giornata – in cui vengono travolti 5-1 dal Torino di Gigi Radice, che si laureerà campione d’Italia – ospitano nel penultimo turno la Fiorentina di Carlo Mazzone. I giovani rossoblù, orfani di Gigi Riva da gennaio, onorano il torneo battendo 2-1 al Sant’Elia i toscani con i gol di Leschio e Viola, vanificando il provvisorio pareggio di Bresciani. Sempre al Sant’Elia, 6 anni più tardi, il 16 maggio 1982 va in scena il capitolo forse più noto: la Fiorentina di De Sisti si gioca lo Scudetto all’ultima giornata contro i rossoblù di Carosi. Serve una vittoria, perché la Juventus è a pari punti ed è impegnata sul difficile campo del Catanzaro. Ma l’arbitro Mattei annulla un gol di Ciccio Graziani per gli ospiti, il risultato non si schioda dallo 0-0 e al fischio finale il verdetto è duplice: i sardi sono matematicamente salvi, mentre i viola piangono lacrime amare perché lo Scudetto se lo aggiudicano i bianconeri, vittoriosi in Calabria grazie ad un rigore nel finale di Brady. 

Le sfide nell’era Cellino

Gli altri confronti nel finale di stagione fra Cagliari e Fiorentina si riferiscono a un’epoca decisamente più recente. Si passa alla stagione 1996/97, con i rossoblù di Mazzone, in piena lotta per non retrocedere, che travolgono 4-1 i gigliati degli ex Ranieri, Firicano e Oliveira e mantengono vive le speranze di salvezza. La partita è spesso ricordata anche per la doppietta messa a segno in quell’occasione dal danese Lönstrup. Due anni dopo, il Cagliari di Ventura, già salvo, ospita la Fiorentina di Trapattoni al Sant’Elia, in una gara che termina 1-1 e sancisce la qualificazione alla Champions League dei viola, che hanno la meglio nel duello europeo col Parma. Nel 2003/04 Cagliari-Fiorentina è l’ultima gara di un lungo campionato di Serie B e vale un posto al sole per la Fiorentina di Mondonico, mentre  i rossoblù di Reja e di Gianfranco Zola hanno già staccato il biglietto per la Serie A. Nonostante la sconfitta per 3-1 (doppietta di Langella e gol di Capone, rete del sardo Carrus per i toscani) i gigliati chiudono sesti e vincendo poi lo spareggio interdivisionale col Perugia, conquistano a loro volta la promozione. Facendo un balzo in avanti di 4 stagioni, si passa al 2007/08, quando i lanciatissimi rossoblù di Ballardini, autori di un’incredibile rimonta dopo l’ultimo posto nel girone di andata, nella 36ª giornata superano 2-1 anche la Fiorentina di Prandelli, avvicinando la salvezza matematica che giunge la settimana successiva con il successo sull’Udinese.

Gli ultimi incontri

Nella tribolata stagione 2014/15, il colpo per 3-1 dei rossoblù di Festa nella 32ª giornata sui viola di Montella (doppietta dell’oggetto misterioso Cop) tiene accese le speranze salvezza degli isolani, che saranno tuttavia vanificate dai successivi risultati negativi. L’ultimo precedente fra viola e rossoblù disputato nel finale di stagione, ha un sapore dolce per tutti i tifosi del Cagliari: nella 37ª giornata della stagione 2017/18 Pavoletti stende al Franchi i toscani, in lotta per l’Europa, e, complice il pareggio del Crotone con la Lazio, i sardi superano i pitagorici e si ritagliano lo spazio per l’impresa in casa con l’Atalanta all’ultima giornata. Che puntualmente arriva, regalando la salvezza alla squadra di López. Chissà che anche questa sera, alla Sardegna Arena, il verdetto non sorrida ai colori rossoblù.  

Paolo Camedda

 
1 Commento
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti