agenzia-garau-centotrentuno
marin-cagliari-olbia

Cagliari, Guarda che Marin! Una delle certezze di Semplici

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

maturazione
/ma·tu·ra·zió·ne/
sostantivo femminile.
2.
ESTENS.
Processo di formazione o di completamento, in corrispondenza del progressivo definirsi di elementi costitutivi o qualitativi essenziali.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Come nel migliore dei romanzi di formazione l’anatroccolo con poche piume è diventato bellissimo cigno. Da equivoco di mercato a insostituibile, Razvan Marin in appena 12 mesi si è preso il Cagliari e le chiavi del centrocampo rossoblù. Quel ragazzo di poche parole arrivato dall’Ajax sotto la gestione Di Francesco, ed erroneamente considerato per mesi un regista, adesso fa cantare la palla come nessuno tra i centrocampisti a disposizione di Leonardo Semplici. E al momento i sardi per dinamismo, imprevedibilità e colpi di classe sembrano fare affidamento soprattutto a lui per un gioco ancora tutto da costruire dopo questa prima fase di precampionato.

Highlander
Dei tanti tenori del centrocampo della passata, sofferta, stagione, Marin è l’unico superstite. Marko Rog ha subito una nuova rottura al legamento crociato anteriore del ginocchio destro già operato, e di fatto perderà anche tutta questa stagione. Nahitan Nandez è ormai ai ferri corti con il club, e per il suo futuro, come da promessa societaria, si aspetta una nuova avventura lontano dall’isola. Radja Nainggolan sta per esaudire la nuova lettura della parabola del figliol prodigo, non senza interruzioni e difficoltà. Marin invece è tra i protagonisti più luminosi del ritiro rossoblù.

Magic Moment
L’ultimo gol in amichevole contro l’Olbia è stato una perla: missile terra-aria che si spegne al sette dai 35 metri. Semplici lo ha provato anche da trequartista, ruolo in cui risolverebbe il dilemma Joao (un 10 che rende il doppio agendo da 9). Ma dopo l’infortunio di Rog le pochissime alternative in mediana non permettono il lusso di un Marin da rifinitore. Sarà lui da interno di centrocampo, insieme a Strootman (feeling già ampiamente trovato tra i due, e non grazie a lunghe chiacchierate), il motore del Cagliari 21-22. Per Marin questa potrebbe essere la stagione della definitiva consacrazione. Già in estate ha ricevuto diverse proposte, dal Milan e dall’estero. Il rumeno potrebbe essere il tesoretto per il mercato rossoblù 22-23, ma visto come è andata ai gioiellini del Cagliari vogliosi di fare il salto in un’altra realtà, anche solo per scaramanzia, a Marin conviene non pensarci troppo al momento.

Roberto Pinna

 

Al bar dello sport

4 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti