Riccardo Ladinetti in amichevole | Foto Sandro Giordano

Cagliari, il destino incrociato degli ex Primavera Carboni e Ladinetti

Non chiamateci giovani. Dei tanti esordienti del periodo Zenga, tra gli ex Primavera del Cagliari, ad Asseminello alla corte di Di Francesco sono rimasti solo Andrea Carboni e Riccardo Ladinetti.

Il duo superstite – Marigosu e Gagliano sono tornati alle dipendenze di Max Canzi, con il salto in prestito tra i professionisti in Lega Pro all’Olbia. Ladinetti e Carboni, play e difensore centrale restano invece in attesa. Per entrambi Di Francesco non ha ancora finito le valutazioni sul loro futuro. I due hanno la fila in Serie B ma ancora il Cagliari non ha deciso se privarsene per mandarli a fare una stagione utile a livello di esperienza con un prestito in cadetteria.

Carboni – Difensore 2001 di Tonara, Carboni è il giovane con più presenze nel Cagliari della scorsa stagione. Sette presenze con Walter Zenga in panchina. Di Francesco su di lui riflette. Una stagione da comprimario in Serie A potrebbe arrestare il suo percorso di maturazione ma un anno vicino a un leader del reparto come Diego Godin, sempre più vicino ai rossoblù, potrebbe valere più di un prestito in Serie B. Anche perché in queste prime uscite in amichevole Di Francesco ha mostrato la propensione alla coppia difensiva mista: un giovane e un giocatore esperto. Walukiewicz-Klavan nel primo tempo contro la Roma e Pisacane-Carboni nella ripresa con i giallorossi. Per mantenere la linea il Cagliari dovrebbe tenere Carboni per avere l’alternativa verde al polacco Walukiewicz (lui classe 2000). In questo senso i rossoblù, con l’eventuale arrivo di un centrale, però sarebbero costretti a vendere almeno due dei difensori esperti in rosa, tra Klavan, Pisacane e Ceppitelli, per non essere troppo lunghi nel reparto. Una situazione non semplice da costruire e allora ecco che le porte della B per Carboni restano spalancate. Tanti i sondaggi, anche di Chievo e Pescara ma la squadra più avanti di tutte per ora è il Venezia. Buon legame con il presidente Giulini, squadra abituata a valorizzare giovani rossoblù e piazza con le giuste pressioni per crescere.

Ladinetti – Rog, Marin, Nandez, Caligara, Oliva, Bradaric. Questo il centrocampo del Cagliari, aspettando il mercato (soprattutto in uscita). Un reparto dove Ladinetti per caratteristiche tecniche sta a pennello perché è l’unico play puro che possa giocare al posto di Marin. Il rischio traffico però è alto. E il Cagliari vorrebbe evitare una stagione con troppe poche presenze. Le valutazioni finali verranno prese a stretto giro nelle prossime ore. La Serie B anche nel suo caso resta alla porta. Tanti i club che hanno fatto un sondaggio con i rossoblù per il regista classe 2000 di Sanluri. Su tutte la Reggiana seguita dall’Empoli e Pescara.

Roberto Pinna

 

AL BAR DELLO SPORT

guest
3 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Michele
Michele
17/09/2020 00:12

Bisogna avere un mix giocatori esperti con giovani talenti per ruolo e cosi si crea anche un capitale per la società da investire in futuro prossimo

Robin
Robin
16/09/2020 12:42

Ladinetti da tenere se si cede bradaric, stesso discorso per carboni se andasse via uno tra ceppitelli/klavan.

Adriano
Adriano
16/09/2020 12:32

prima che Ladinetti penso che possano mandare a giocare Bradaric e Caligara