agenzia-garau-centotrentuno
cragno-cagliari-sanna-centotrentuno

Cagliari, il sondaggio: per i lettori è Cragno il big da cedere

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Né Nandez né Joao Pedro: secondo l’81 per cento dei votanti del nostro sondaggio è il portiere fiorentino il candidato principale a essere una delle cessioni “dolorose” citate qualche giorno fa dal diesse Capozucca.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Una sorta di plebiscito, con una percentuale di voti quasi dieci volte superiore rispetto al secondo nome nella terna, quello di Joao Pedro: per una fetta dei lettori di Centotrentuno è Alessio Cragno il big da sacrificare sull’altare del mercato in uscita in casa Cagliari, per poter poi “rinforzare l’organico dove ci sono carenze”, come detto dal patron Giulini lo scorso martedì. D’altronde, le voci sull’interesse nei suoi confronti si moltiplicano: il suo nome sembrerebbe essere sul taccuino di diversi diesse, dall’Italia alla Francia, con Lille e Olympique Marsiglia particolarmente attente all’evoluzione della situazione, grazie anche ai buoni uffici in quel d’Oltralpe del suo procuratore Graziano Battistini.

L’estate del 2021 potrebbe essere dunque l’estate di Cragno, anche se potrebbe iniziare per lui non nel modo desiderato sul fronte azzurro. Dopo le parole di Roberto Mancini in conferenza stampa nel post Italia-San Marino, la sensazione è che il classe 1994 di Fiesole possa essere superato dal più giovane (e ben più sponsorizzato mediaticamente) Alex Meret, portiere del Napoli. Cragno per me è un grande portiere, ne abbiamo 5-6 giovani bravissimi e questo purtroppo ci farà lasciare a casa un portiere bravo e il ballottaggio è tra lui e Meret. Tra sabato e domenica valuteremo”, ha detto il ct azzurro rispondendo al collega Enrico Gaviano (La Nuova Sardegna) e la sensazione del contentino rappresentato dall’esordio da titolare nello stadio che lo vede protagonista ormai da anni è palpabile. Al momento il buon Alessio continua a godersi il mare della Sardegna al Forte Village, in attesa di novità sul suo futuro, che sia azzurro, rossoblù o ad altre tinte.

Francesco Aresu

 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti