Tommaso Giulini e Radja Nainggolan

Cagliari-Inter: avversarie in campo ma complici nel mercato

Il passato, il presente e il futuro. Cagliari e Milano, un legame forte soprattutto con il lato nerazzurro della madonnina, un legame che unisce anche storicamente le due società calcistiche. Il presidente rossoblù Tommaso Giulini e il suo noto passato a forti tinte interiste è solo un aspetto tra i tanti, in cima il mercato che anche nelle ultime estati ha visto sedersi allo stesso tavolo il Cagliari e l’Inter.

Un nuovo Barella – La costruzione della squadra di Di Francesco inizia un’estate prima dell’arrivo sulla panchina rossoblù del tecnico abruzzese. Il trasferimento di Barella dal Cagliari all’Inter è stato la chiave per l’arrivo dei vari Rog, Nández, Simeone e compagnia e oggi nuovi gioielli di stanza in Sardegna potrebbero seguire le stesse orme del centrocampista cagliaritano. Il primo della lista è Alessio Cragno, non è un mistero che il portiere piaccia e non poco a Marotta e che il suo nome sia tra i papabili per un dopo Handanovic al momento ancora lontano. Assieme all’estremo difensore di Fiesole un nome sempre caldo è quello di Nahitan Nández. La clausola da 36 milioni di euro, tornata in essere come ricordato dall’edizione odierna della Gazzetta dello Sport dopo la nostra anticipazione, è un aspetto da non sottovalutare per due motivi. Il primo è ovviamente il prezzo segnato sul cartellino che mette Nández nella condizione di decidere del suo futuro, il secondo è l’ormai consolidata pace tra l’entourage del León e la società rossoblù. La storia di Nández sembra sempre più scritta a quattro mani, quelle del suo agente Bentancur e quelle di Tommaso Giulini che appaiono in sintonia e lontani da possibili forzature o sgambetti.

Desideri incrociati – Un’estate che avrebbe dovuto portare ad Asseminello il figliol prodigo Nainggolan e che ha invece regalato Diego Godín. Il caudillo può essere la chiave per la crescita di Sebastian Walukiewicz, altro gioiello rossoblù che sembrerebbe far gola all’Inter. Il tentativo respinto di un inserimento del polacco nell’affare Nainggolan un semplice antipasto, anche se sul classe 2000 sono tanti gli occhi puntati in giro per l’Europa. Maggiori possibilità invece di vedere riaprirsi il discorso Ladinetti, il giovane regista in forza all’Olbia e già protagonista nelle concitate ore finali del mercato a ottobre. Un futuro in Gallura fino a giugno, poi i colori nerazzurri ad attenderlo, la possibilità concreta saltata sulla sirena che potrebbe riproporsi a gennaio quando tornerà di moda, di nuovo, il tema Nainggolan. Il Ninja è sempre più separato in casa, attende la chiamata dalla Sardegna e oltre il volere dell’Inter dovrà essere considerato anche quello del Cagliari, difficilmente disposto a mettere in mano a Nainggolan lo stesso stipendio promesso ad agosto.

Domenica alle 12 e 30 la sfida sul campo, a seguire le settimane del mercato a vederle nuovamente protagoniste e vicine. Cagliari e Inter cercano punti importanti per diversi motivi, ma sicuramente la partita non sarà l’ultima che si giocherà tra le due società.

Matteo Zizola

 
1 Commento
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti