agenzia-garau-centotrentuno

Cagliari, Keita chiede spazio: i numeri sono dalla sua

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Rapidità e pericolosità. Caratteristiche inserite nel motore di ricerca rossoblù per tracciare l’identikit dell’attaccante necessario a rafforzare il reparto avanzato di Leonardo Semplici. Qualità che hanno portato direttamente al profilo di Keita Balde, arrivato a Cagliari a pochi istanti dalla sirena finale del mercato estivo per aggiungere estro e tecnica alla rosa del tecnico toscano.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Pericoloso
Secondo quanto riportato dalla piattaforma Understat.com, nella scorsa stagione Keita è stato il secondo sampdoriano con più Expected Goals (occasioni da rete potenziali) creati nell’arco dell’intero campionato. 6.29, dietro soltanto al bomber Fabio Quagliarella, primo in questa particolare classifica con un valore di 11.09. Scesa in campo per 1193 minuti totali, la punta senegalese ha fatto inoltre registrare un dato medio di 0,45 xg per partita in un’annata chiusa con sette reti e due assist all’attivo. Numeri importanti se rapportati alle 25 partite disputate nella scorsa Serie A da un giocatore atterrato in Sardegna con un curriculum fatto di 159 apparizioni complessive in massima serie. Statistiche che mettono sicuramente l’accento sull’indice di pericolosità del classe ’95, pronto ad affiancarsi a Joao Pedro in una coppia di trequartisti a tutto campo alle spalle di Pavoletti o, comunque, a fornire aria fresca e opzioni tattiche preziose a Leonardo Semplici.

Modulo
Nelle prime due sfide di campionato contro Spezia e Milan, l’allenatore ex Spal ha disposto il suo undici titolare con un 3-5-2. Dalbert e Nandez sugli esterni, il neo acquisto Strootman in mezzo al campo e gli stessi Joao Pedro e Pavoletti unici riferimenti offensivi. Un modulo che potrebbe presto variare con l’innesto di Keita. L’ex Inter, Lazio e Monaco è a caccia di continuità e presenze in Sardegna, vero. Ma non solo. In una squadra arrivata quintultima nella classifica degli attacchi più prolifici dello scorso campionato (davanti soltanto a Udinese, Benevento e Parma), il senegalese è pronto a mettere al servizio della rosa sarda le sua qualità. L’attaccante ventiseienne è un giocatore duttile, capace di ricoprire tutti i ruoli del reparto avanzato e schierato nel ruolo di punta centrale in 19 occasioni da Claudio Ranieri nella passata stagione. Una punta mobile che si muove sul campo senza dare punti di riferimento particolari agli avversari e che riesce a liberarsi facilmente per concludere verso la porta. 3,37, in media, il numero di tiri effettuati a partita nella scorsa annata in maglia Samp. Ancora una volta secondo miglior dato blucerchiato dietro al solo Quagliarella.

Keita ha sposato la causa sarda, è motivato e ha già messo nel mirino l’esordio in campionato. Sulle spalle, il numero 9. Una scelta non banale per lui, deciso a trovare continuità e gol con una maglia lasciata vacante dal Cholito Simeone e restata in trepidante attesa di un proprietario offensivo per qualche giorno.

Alessio Caria

 

Al bar dello sport

8 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti