Cagliari, la Primavera prende forma

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

I rossoblù di Max Canzi si raduneranno a fine mese e avranno diversi fuoriquota di spessore, in attesa di nuovi innesti dal calciomercato.

Da Cagliari-Torino 2-2, ultima giornata dello scorso Primavera 1, sono passati quasi due mesi. Fino al 92esimo di quella partita la squadra di Max Canzi era ai playoff, poi un rigore ha costretto i sardi a fare da spettatori alla fase finale del torneo. Chissà cosa sarebbe successo ai giovani della Primavera rossoblù se fossero riusciti ad accedere alle eliminazioni dirette per lo scudetto, magari qualcuno di loro avrebbe anche preso parte al ritiro con Maran e invece Carta, neo responsabile delle giovanili, è stato chiaro sin dal giorno del suo ritorno ad Asseminello: “Nessuno di loro è pronto per la prima squadra”. Che fine stanno facendo dunque quelli che fino a poco più di un mese fa erano considerati una delle migliori generazioni sviluppate dalla Primavera rossoblù negli ultimi anni?

FRONTE OLBIA – Partiamo dagli attaccanti Doratiotto e Verde, 19 gol in due nello scorso campionato Primavera. Come vi avevamo anticipato qualche settimana fa entrambi hanno firmato per l’Olbia. I due classe ’99 sono dunque di proprietà dei bianchi, per aggirare il limite di sei giocatori in prestito in Serie C da squadre di A e B. Doratiotto, capitano della Primavera rossoblù, ha firmato un biennale mentre Verde si è legato fino al 2022 all’Olbia. Non è ancora ufficiale ma è già promesso sposo dei bianchi anche il centrocampista barese Nunzio Lella (2000). L’ex Bari era uno dei preferiti di Maran tra i giovani del Cagliari.

DAGA VERSO LA SERIE D – Discorso più complicato per il portiere Daga. Inutile negare che il ragazzo e il suo entourage nelle ultime settimane siano stati in fase di forte frizione con la società, come evidenziato anche dallo stesso giocatore su Instagram. Il portiere, che ha fatto fino all’Under 19 tutta la trafila nelle Nazionali giovanili, dopo il contratto professionistico firmato nel 2018 (che scade l’anno prossimo) si aspettava di entrare a far parte della rosa della prima squadra. In ritiro però alla fine è andato Ciocci, ragazzo 2002 di cui tutti parlano un gran bene ma che comunque ha zero presenze in Primavera 1. Daga ha rifiutato la proposta che lo avrebbe visto andare a Olbia con la promessa di essere poi riportato alla casa madre dopo uno o due anni di esperienza in C, e per lui ora ci sono alcune proposte in Serie D. Si è parlato di Messina e Pro Sesto, nei prossimi giorni potrebbero arrivare sviluppi. Destinati alla Serie D al momento sembrano anche i terzini Kouadio e Aly Nader.

I REDUCI DELLO SCORSO ANNO – In fase di studio, infine, il discorso dei fuoriquota (classe 2000) da tenere in Primavera per la prossima stagione. Max Canzi ha già deciso le date del raduno: dal 30/07 fino al 4/08 al centro sportivo di Asseminello e poi ritiro a Isili dal 5/08 al 13/08. Con ogni probabilità con lui ci saranno il regista Riccardo Ladinetti, uno dei gioielli della rosa che nell’ultima stagione si è allenato con la prima squadra fungendo da faro per la Primavera (e così dovrebbe essere anche nel futuro prossimo), la mezzala scuola Juventus Alessandro Lombardi e l’attaccante Luca Gagliano, voglioso di giocare una grande stagione che ne certifichi le qualità tecniche e fisiche dopo un lungo periodo di difficoltà. La stagione è alle porte, il dado sta per essere tratto.

Roberto Pinna

TAG:  Primavera 1