Léo Pereira con la maglia del Fluminense

Cagliari, per la difesa si guarda al Brasile

Continua la ricerca di rinforzi, soprattutto nel ruolo di difensore centrale in attesa di definire la situazione di Ceppitelli, ai box da fine ottobre.

SCARICA LA NOSTRA APP ANDROID SUL PLAY STORE!

Il mercato invernale è aperto da soli sei giorni ma sono già tanti i nomi accostati al Cagliari per il ruolo di centrale difensivo, unico ruolo su cui lo stesso diesse rossoblù Marcello Carli si è sbilanciato per un possibile intervento in entrata durante la conferenza stampa di inizio anno. La fascite plantare di cui soffre il capitano rossoblù Luca Ceppitelli è ormai un problema che dura da oltre due mesi, dato che l’ultima partita del 30enne umbro risale ormai allo scorso 27 ottobre nel pareggio 1-1 contro il Torino. Da allora Ceppi è sempre rimasto ai box, sostituito da Pisacane e, soprattutto, dal pieno recupero di Klavan: la squalifica del centrale partenopeo contro la Juventus ha portato all’esordio in A del giovane Walukiewicz, tra i meno peggio nel rovescio di lunedì pomeriggio contro CR7 e sodali. Ecco perché, tra sogni e ipotesi concrete, Maran e Carli hanno individuato alcuni nomi di potenziali rinforzi ma già i primi movimenti potrebbero costringere tecnico e direttore sportivo a cambiare presto rotta.

IDEA VERDEORO – Uno dei primi nomi accostati al rossoblù è stato Juan Jesus: in uscita dalla Roma, dove Fonseca non lo vede più di tanto, il centrale brasiliano ex Inter è finito però nel mirino dell’ambiziosa Fiorentina di Commisso, alla ricerca di rinforzi di valore per risollevare le sorti della squadra da pochi giorni in mano a Iachini. Nelle ultime ore, poi, sembrano aver perso consistenza le ipotesi Tonelli e Ibanez, in uscita da Napoli e Atalanta, vicinissimi a Sampdoria (un ritorno per l’ex Empoli) e Bologna, che nelle ultime ore ha allestito un asse in entrata con Bergamo insieme al promettente Barrow, prossimo a vestire la maglia felsinea. In stand-by la posizione di Andrea Cistana, 22enne in forza al Brescia, che interessa e tanto al Cagliari ma soprattutto in ottica futura, anche se il club di Cellino in cambio vorrebbe Ionita, visto che Deiola – che interessava alle Rondinelle – è andato ad accrescere la colonia di ex rossoblù a Lecce. Per tutti questi motivi, insomma, la dirigenza cagliaritana starebbe vagliando anche altre due piste, una delle quali porterebbe al brasiliano Léo Pereira, roccioso centrale dell’Atletico Paranaense: 24 anni da compiere il prossimo 31 gennaio, Pereira è un difensore di fisico (189 cm per 78 kg) che nelle ultime due stagioni ha saputo prendersi la maglia da titolare nel Furaçao, dopo il prestito annuale nel 2017 all’Orlando City di Nocerino e del connazionale Kakà. Nell’ultimo anno ha messo insieme 30 presenze e 2 gol nel Brasileirao, finendo nel mirino la scorsa estate di club blasonati come Inter, Roma, Lione e Porto. Assistito dall’agenzia R13 Fussball, Pereira ha una valutazione su TransferMarkt di 2 milioni e mezzo di euro, una cifra non esagerata per un calciatore giovane e di prospettiva, con diverse presenze nelle nazionali giovanili verdeoro.

Francesco Aresu

Accedi per commentare

Sponsorizzati