agenzia-garau-centotrentuno
agostini-cagliari-bologna-primavera-zuddas

Cagliari Primavera | Caccia alla grinta e alle alternative dopo la prima sconfitta

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Dopo una partenza di stagione, tra campionato e Coppa Italia, più che positiva, la Primavera di mister Agostini ha incassato la prima sconfitta dell’annata 21/22, arrivata proprio dopo la lunga sosta, anche per le nazionali, del campionato.

Partita no
I rossoblù nell’ultimo turno son stati superati di misura dai coetanei del Sassuolo, perdendo così anche le posizioni nobili della classifica e scivolando in ottava piazza con otto punti, frutto di due vittorie e due pareggi. Una sconfitta quella contro i ragazzi di Bigica che lascia l’amaro in bocca e che ha spezzato l’incantesimo di un avvio stagionale con i fiocchi per i giovani di Agostini. Il classico scontro testa-coda, che sulla carta può sembrare il più semplice ma che sul campo si dimostra quasi sempre pieno di insidie e complicazioni. Ed è proprio quello che è successo ieri, domenica 17, ad Asseminello. Cosa è andato storto per il Cagliari? Forse un calo di attenzione o una lettura non propriamente corretta di una gara che è stata giocata prevalentemente con lo scopo di difendersi più che di attaccare. Troppo pochi i tiri verso lo specchio neroverde, troppo poco cinismo sotto porta. La mancanza di cattiveria agonistica è stato ciò che ha penalizzato i giovani sardi che si son visti sfilare da sotto il naso i tre punti.

Scelte
Inutile dire che ora il primo pensiero di Agostini e dei suoi ragazzi è quello di raddrizzare nuovamente il tiro già nel prossimo match contro la Sampdoria, in trasferta. Magari qualche cambio in formazione potrà aiutare il tecnico toscano a far girare meglio la squadra, rendendola più aggressiva e propositiva. Le alternative di certo non mancano, la panchina brulica di tanti talenti pronti a mostrare il loro valore, a partire da Nicolò Cavuoti che ultimamente ha trovato meno spazio. Il trequartista classe 2003 sembrava essere tra i principali protagonisti di questa nuova stagione calcistica a tinte rossoblù, avendo partecipato anche al ritiro con il Cagliari di Semplici. Eppure al momento l’ex Vastese ha disputato solo due gare con la maglia da titolare, una in campionato e una in Coppa Italia, ed è subentrato tre volte. È un dato che sicuramente salta all’occhio, ma la stagione è ancora lunga. Forse la sua condizione fisica non è ancora perfetta al 100% o forse, proprio essendo all’inizio di questa nuova annata, si provano più soluzioni per capire quale sia la formazione più competitiva. Anche se lo stesso Cavuoti è tornato anzitempo dalla convocazione con l’Under 19 azzurra. Tutto può ancora succedere, in attesa di vedere una Primavera grintosa e pronta a regalare ottime prestazioni ai propri tifosi così come è stato fino a prima del Sassuolo.

Elena Accardi

TAG:  Primavera 1
 

Al bar dello sport

0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti