agenzia-garau-centotrentuno
grassi-cagliari

Cagliari, primo allenamento per Grassi: basterà per la mediana di Semplici?

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Emozioni da prima volta per Alberto Grassi. L’ex Parma, dopo lo sbarco di ieri sera in Sardegna, ha svolto il primo allenamento con la maglia rossoblù sulle spalle nel centro sportivo di Asseminello. Dopo l’infortunio di Rog, il mancato arrivo di Nainggolan e l’imminente probabile partenza di Nandez, il centrocampo rossoblù è rimasto con poche certezze oltre ai titolari Strootman e Marin (che oggi si è allenato a pieno regime con il gruppo, dopo lo stop di ieri per qualche problemino muscolare).

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Scelta
Dubbi e poche alternative che hanno spinto la dirigenza del Cagliari a continuare nella scia del “mercato creativo” – Per utilizzare le parole del presidente Tommaso Giulini – acquistando un rinforzo in mediana come Grassi. Una scommessa visto il recente passato alla voce infortuni del giocatore ex Atalanta, ma comunque un rischio calcolato perché Semplici conosce il calciatore e se troverà continuità e condizione, aspetto non scontato per chi ha saltato la preparazione a Parma, potrà dare più opzioni ai rossoblù. il centrocampista classe ’95 si trasferisce dal Parma in prestito con diritto di riscatto, che può diventare obbligo in base a una serie di obiettivi, fissato a circa 4 milioni di euro. Affare ormai ufficiale, con la firma annunciata in giornata attraverso i profili social rossoblù.

La carriera
Cresciuto nel vivaio dell’Atalanta, Grassi gioca in tutte le formazioni giovanili bergamasche sino ad arrivare alla Primavera, dove era ritenuto una grande promessa del calcio Italiano, come dimostrano anche le 12 presenze nella nazionale azzurra U21. Con l’Atalanta esordisce in Serie A a soli 19 anni e dopo due stagioni e mezzo viene ceduto a titolo definitivo al Napoli per 8 milioni di euro. La sua avventura al Napoli è tutto tranne che fortunata e finisce anzitempo, durante i primi allenamenti riporta un infortunio, la lesione del menisco mediale, viene poi sottoposto ad un intervento e conclude la stagione senza nessuna presenza con i partenopei. Nel mercato estivo torna in prestito all’Atalanta, con cui sigla il primo gol tra i professionisti in Coppa Italia e la prima rete in Serie A.

Rapporto
La sua migliore stagione è alla SPAL. Nell’estate 2017, Grassi passa in prestito ai ferraresi, neopromossi in Serie A proprio con Leonardo Semplici. Con l’attuale tecnico rossoblù passa da riserva a titolare inamovibile nel suo centrocampo a cinque, qui riesce a dare il meglio e a siglare la sua migliore annata con 3 gol in 26 partite da titolare su 28 totali.

Gli infortuni e la cessione al Parma
Una grande promessa dal calcio italiano sicuramente non baciata dalla fortuna, per via dei tanti infortuni muscolari riportati durante la sua carriera, che non gli hanno permesso di allenarsi con continuità e di esprimersi al meglio sul campo. Dopo il prestito alla Spal Grassi si trasferisce al Parma in prestito oneroso a 2 milioni di euro con diritto di riscatto fissato a 7 milioni di euro. La prima stagione al Parma è influenzata dalla rottura del legamento crociato che gli permette di collezionare solo 5 presenze.
Vista la sfortunata annata, gli viene rinnovato il prestito dal Napoli con obbligo di riscatto ma a fine stagione, nel secondo anno coi ducali sigla 16 presenze, 6 da titolare e una sola rete. A fine stagione l’obbligo di riscatto, così Grassi nella stagione successiva, l’ultimo anno coi ducali che si chiude con la retrocessione, colleziona 23 presenze senza brillare.

Cosa può dare al Cagliari?
Leonardo Semplici conosce bene Grassi, con lui ha siglato il suo record in carriera. Probabilmente acquistato come sostituto del malcapitato Rog, che starà fuori per almeno altri 6 mesi dopo l’ennesima rottura del legamento crociato. Il tecnico fiorentino lo ha già usato nel suo solito 3-5-2 con la Spal e sa cosa può dare, Semplici dovrà cercare con tutte le sue forze di motivare il centrocampista per farlo esprimere tanto bene come era riuscito a fare, qualche anno fa. Alberto infatti è ancora nella sua piena maturità, per giocare ancora diverse stagioni ad alto livello, in Serie A. Usato come interno con un pizzico di fiducia in più Grassi ha le qualità che potrebbero essere d’aiuto al Cagliari, il suo principale punto di forza è l’ottima capacità di inserimento e di attacco alla profondità, che lo rende un centrocampista diverso e più offensivo, rispetto a quelli che Semplici ha attualmente a disposizione come alternative ai titolari. Ma tutto questo basterà per non sentire la mancanza di un leader come Marko Rog?

Andrea Scozzafava

 

Al bar dello sport

3 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti