Jorge Benguché festeggia un gol col CD Olimpia insieme a un compagno

Cagliari, sfuma Benguché? Villa, pista fredda

Semaforo rosso per quanto riguarda due nomi accostati recentemente al Cagliari dal continente americano: l’attaccante honduregno ha praticamente chiuso con i portoghesi del Boavista, mentre sul colombiano continuano le smentite dall’ambiente boquense.

Benguché vicinissimo al Boavista

Non è bastato l’endorsement di David Suazo per fare di Jorge Benguché un giocatore del Cagliari. Il centravanti honduregno, assistito dallo stesso agente di Nandez e Oliva, Pablo Bentancur, sembra ormai vicinissimo al Boavista che ha chiuso al dodicesimo posto l’ultimo campionato portoghese. El Toro, 24 anni, avrebbe trovato un accordo definitivo con il club di Oporto (si parla di un prestito con diritto di riscatto a circa 1 milione e mezzo di dollari) ed è pronto a lasciare l’Olimpia Tegucigalpa, squadra dove milita dal 2016. Secondo quanto raccolto da fonti locali, i portoghesi avrebbero convinto giocatore e società e sono pronti a firmare il contratto che porterebbe Benguché in Europa, dopo oltre cento presenze (e 48 gol) con la maglia che fu di King David, senza ripetere però lo stesso tragitto che portò Suazo dall’Honduras dritto in Sardegna, su preciso volere di Oscar Washington Tabarez.

Villa-Cagliari: dal fronte Boca solo smentite (per ora)

Per quanto riguarda invece la situazione di Sebastian Villa, dall’Argentina continuano a filtrare voci contrarie a un suo eventuale trasferimento in rossoblù. Secondo quanto riportato dal collega Luis Fregossi, giornalista molto vicino all’ambiente Boca Juniors, né gli Xeneizes, né l’entourage del giocatore sarebbero stati contattati relativamente a un possibile interesse del Cagliari nei confronti dell’ala colombiana.

“Al momento non c’è nulla”, scrive Fregossi sul proprio profilo Twitter, lasciando intendere però che qualcosa potrebbe anche muoversi nei prossimi giorni. Il nome del 24enne di Bello, comune del dipartimento di Antioquia, rientra nella categoria di esterni offensivi adatti al 4-3-3 di Di Francesco ma resta una pista complicata da percorrere, sia per il discorso extracomunitari che per la quotazione di mercato.

Francesco Aresu – Matteo Zizola

AL BAR DELLO SPORT

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti