agenzia-garau-centotrentuno
cagliari-calcio-sottil-centotrentuno-sanna

Cagliari, Sottil riparte da San Siro: ma quale il suo futuro?

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

L’ultima immagine è quella di Boga che gli scappa alle spalle e il Sassuolo che pareggia all’ultimo secondo. Poi l’infortunio che lo ha tenuto lontano dal campo per oltre tre mesi, fino a tornare tra i convocati per la penultima gara di campionato contro il Milan. La partita di San Siro diventa dunque l’occasione per rivedere Riccardo Sottil, almeno in panchina, dopo che la lesione al tendine del retto femorale sinistro lo ha costretto per lungo tempo ai box.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Chi ben comincia

L’inizio della sua avventura in rossoblù era stato convincente. Il ruolo di esterno a piede invertito tra i tre trequartisti di Di Francesco ne aveva esaltato le qualità, il gol dell’illusorio vantaggio contro l’Inter l’apice della stagione. Con la crisi di risultati della squadra anche Sottil ha perso via via terreno fino a essere sacrificato sull’altare del 3-5-2 dell’ultimo periodo con Di Francesco in panchina. Un ruolo, quello di quinto di centrocampo, che già aveva patito a Firenze. Troppi i compiti difensivi per un giocatore che, di fatto, è più attaccante che centrocampista. Ora, finalmente, il classe ’99 potrà nuovamente annusare l’odore del prato verde, anche se solo come proforma, anche se non nelle condizioni ancora di dare il proprio contributo in campo. L’incognita è un futuro che ha come obiettivo primario la convocazione per la fase finale dell’Europeo Under 21 che si svolgerà tra Ungheria e Slovenia a inizio giugno, la ricerca del riscatto dopo una seconda parte di stagione che non solo gli ha fatto saltare la rincorsa salvezza del Cagliari, ma anche la fase eliminatoria con la nazionale di Nicolato.

Tra viola e rossoblù

Poi arriverà l’altro futuro, quello del prossimo campionato. Ritorno a Firenze o permanenza in Sardegna? Giulini e Commisso hanno probabilmente parlato anche di Riccardo Sottil quando si sono ritrovati alla Sardegna Arena per l’ultima giornata di campionato. Il ragazzo non ha mai nascosto di trovarsi bene a Cagliari, ma sempre sottolineando la sua intenzione di crescere per poi giocarsi le proprie carte in maglia viola. E la società di Commisso lo aspetta, anche se gli ultimi mesi hanno fatto crescere i dubbi per un suo ritorno in Toscana. Sembrano infatti lontane le parole di Pradè dello scorso dicembre quando il direttore sportivo viola disse che “il calciatore al 100% torna alla Fiorentina. Lo aspetta un prolungamento di contratto per cinque anni”. Tutto dipenderà da cosa accadrà a Firenze, quale sarà il nuovo allenatore e se ci sarà spazio per Sottil. Il prestito con diritto di riscatto in favore del Cagliari, ma con il controriscatto in mano alla Fiorentina e la possibilità, nemmeno così remota, di un prolungamento dell’accordo, rinviando di fatto ogni discorso a giugno 2022.  In attesa di capire il destino di Leonardo Semplici, anche in casa Cagliari molto dipenderà da chi siederà in panchina nella prossima stagione. Sottil attende, il futuro è ancora da scrivere, la priorità è tornare in campo e provare a far parte della spedizione azzurra per l’Europeo Under 21.

Matteo Zizola

 
3 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti