Cagliari, tante suggestioni ma resta tutto in stand-by

La fretta è cattiva consigliera, ma con un’estate particolare anche aspettare troppo potrebbe essere controproducente. Nuovo allenatore, nuovi dettami tattici da impartire, via vai sulla via del calciomercato da far partire per evitare di arrivare alla prima di campionato ancora in alto mare.

La priorità Nainggolan in attesa di definizione da una parte, il cambio in porta tra Cragno e Sirigu dall’altra, con loro Nahitan Nández verso la Milano nerazzurra, Florenzi e Juan Jesus pronti a raggiungere il Ninja a Cagliari mentre Cragno si dirigerebbe verso la capitale. Tutto sembra pronto, ma ancora mancano i passi formali e senza il nero su bianco nulla va dato per scontato, nemmeno l’arrivo di Nagatomo, ora finito anche nei radar dell’Hannover, ma con la società rossoblù sempre in vantaggio. Di certo non arriverà in Sardegna il terzino sinistro turco Kaldırım che ha firmato per il Başakşehir, campione della Super Lig, così come difficile l’arrivo di Bonifazi, accostato al Cagliari negli ultimi giorni ma che potrebbe invece finire al Genoa, vista la richiesta della Spal ritenuta eccessiva dal sodalizio di Via Mameli.

Difesa e centrocampo, i nomi in ballo

Sempre vivo invece il nome di Matiás Viña, terzino uruguaiano del Palmeiras su cui l’affondo potrebbe arrivare dopo una delle cessioni eccellenti senza le quali difficilmente il Cagliari investirebbe gli oltre 8 milioni richiesti dai brasiliani. Stesso discorso per Baptiste Santamaria, regista difensivo dell’Angers bloccato in attesa della probabile partenza di Nández, obiettivo più che concreto da 13 milioni di euro e dunque pendente da una partenza che porti denaro fresco nelle casse rossoblù. Più economici e dunque meno legati a cessioni i profili di Joaquín Pereyra del Rosario Central, di Marco Mancosu del Lecce e di Jorge Benguché dell’Olimpia, tutti dai 3 milioni in giù e per i quali si attende uno sfoltimento numerico della rosa. Sul classe ’98 argentino attenzione allo Sporting Lisbona, sempre dal Portogallo – Boavista – arriva la concorrenza per l’attaccante honduregno, mentre per Mancosu la trattativa sarebbe più facile visto che il giocatore metterebbe in cima alla lista il ritorno a Cagliari.

Le altre piste estere

Il blocco rumeno rappresentato da Cicaldau e Marin è una suggestione che partita da Zenga a causa del suo passato è proseguita anche con l’arrivo di Di Francesco. Nulla di strano, l’agente dei due giocatori è infatti Pietro Chiodi, lo stesso del nuovo allenatore rossoblù. Cicaldau appare il profilo più fattibile per una valutazione abbordabile, mentre su Marin l’Ajax non sembra intenzionato a lasciarlo andare facilmente. Infine l’ultima indiscrezione arrivata all’Argentina di un’offerta del Cagliari per l’esterno d’attacco Sebastián Villa, colombiano in forza al Boca Juniors. Secondo quanto abbiamo raccolto il giocatore non ha nessuna intenzione di lasciare Buenos Aires, così come nessuna offerta da parte del Cagliari sarebbe arrivata dall’entourage del colombiano, escludendo così di fatto un interesse dei rossoblù almeno per il momento.

Matteo Zizola

AL BAR DELLO SPORT

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti