agenzia-garau-centotrentuno
joao pedro-cagliari-genoa-canu

Cagliari-Torino | Tra pareggi e mancanza di gol: i dati sulla partita

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Dal Friday-night al Monday-night. Il Cagliari torna alla Unipol Domus dopo il pareggio con la Salernitana per cercare di ritrovare quella vittoria che manca dal 17 ottobre scorso. Fu proprio la Unipol Domus il teatro degli unici tre punti della stagione, in quel 3-1 contro la Sampdoria che fece sperare nella svolta della stagione rossoblù. Quella svolta che gli isolani cercheranno ancora una volta contro il Torino di Juric.

I precedenti

Non sarà facile, non solo perché i granata si vorranno riscattare dalla rimonta subita all’Olimpico di Torino contro l’Empoli ma anche perché storicamente il confronto sorride al Toro: 25 le vittorie degli ospiti, 21 quelle isolane e 22 pareggi a chiudere il quadro complessivo delle gare tra le due squadre. In Sardegna però qualcosa cambia, perché il Cagliari in casa ha fatto per 14 volte la voce grossa, perdendo solo 8 scontri e concedendo la parità in 12 occasioni. Eppure, i rossoblù hanno segnato 34 gol sia in trasferta che in casa, mantenendo un equilibrio che invece il Torino non ha, avendo siglato solamente 28 gol negli scontri disputati in terra sarda. Dal 2014 la squadra isolana ha vinto solo due volte contro gli avversari di lunedì notte, entrambi i casi nel 2020, mentre ha perso la sfida che nella passata stagione era stata uno scontro salvezza per 0-1.

Pareggite e mal di trasferta

È però il presente a contare, specialmente per un Cagliari che ha bisogno di riassaporare la vittoria per muovere la propria classifica. Quella dei tre pareggi consecutivi contro Sassuolo, Salernitana e Verona è la striscia di X più lunga da dicembre 2018, quando sulla panchina rossoblù sedeva Rolando Maran. E i tre punti in casa significherebbero anche una sorta di tentativo di ritorno al passato, quando le mura amiche erano un vero e proprio fortino: perché da maggio scorso, il Cagliari ha vinto solo una volta in Sardegna – contro la Samp – collezionando poi solamente quattro pareggi e cinque sconfitte. Chi invece ha qualche problema lontano dal Piemonte, soprattutto in zona gol, è il Torino: i granata non segnano fuori casa dalla partita contro il Venezia, un digiuno lungo quattro partite e 394 minuti secondo i dati OPTA. Quella di Juric è la squadra che segna di meno fuori casa in Serie A: sono solo tre i gol siglati negli stadi avversari fino a questo momento, secondo dato peggiore tra i top cinque campionati europei – con il Getafe che conduce la speciale classifica con solo due marcature.

Brasiliani protagonisti

Nonostante i problemi offensivi fuori casa e l’assenza per più gare di Belotti, il Torino di Juric si trova oggi a +9 sul Cagliari e con la terza miglior difesa del campionato – seppur a pari merito con Roma e Juventus – con appena sedici gol subiti. Merito anche delle prestazioni di un Bremer in continua ascesa e a cui il Cagliari dovrà fare attenzione anche in attacco, specialmente su quelle palle inattive che al centrale brasiliano piacciono tanto: sono già due i gol realizzati da Bremer al Cagliari, uno in entrambe le partite disputate contro gli isolani. Bremer che quasi sicuramente avrà come avversario un Joao Pedro capace di segnare sei dei suoi otto gol in partite interne, solo una rete in meno rispetto allo scorso campionato. Il capitano del Cagliari è diventato quasi imprescindibile anche in fase di rifinitura: sono già tre gli assist in stagione, uno in meno rispetto al suo record complessivo della stagione 2019-2020.

Matteo Cardia

 

Al bar dello sport

3 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti