agenzia-garau-centotrentuno
Eusebio Di Francesco in panchina | Foto Emanuele Perrone

Cagliari, tra Di Francesco, buonuscita e l’idea Chiriches

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Duecentotre giorni, questo quanto è durata l’esperienza effettiva di Eusebio Di Francesco sulla panchina del Cagliari. Il tre agosto del 2020 l’annuncio ufficiale del suo ingaggio da parte della società rossoblù, il 22 febbraio del 2021 quello relativo al sollevamento dall’incarico. Giorni che diventano 305 se si arriva fino al 4 giugno, data ufficiosa della risoluzione del contratto che lo legava al Cagliari.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Fatal Verona
L’avventura in quel di Verona sponda Hellas lo attende. Un contratto di due anni per ripartire dopo le due stagioni difficili, e non completate, tra Genova e Cagliari. Nel primi caso le dimissioni, come ha sempre tenuto a sottolineare Di Francesco, nel secondo un esonero non senza strascichi e arrivato in seguito a un rinnovo di contratto che sembrava poter dargli maggiore forza. Invece il filotto negativo non terminò, Tommaso Giulini decise così di cambiare nonostante l’annuncio di un Cagliari che, in caso di retrocessione, sarebbe andato in serie B con Di Francesco alla guida. E quell’accordo rinnovato fino al 2023 in diretta tv ai microfoni di Sky, subito dopo la sconfitta di Genova, che più che un’estensione è stata una spalmatura di quello esistente. Da un milione e mezzo a stagione fino al 2022 a 750 mila euro per i due campionati 2021-22 e 2022-23. In entrambi i casi netti.

Dettagli
Prima di accettare la corte del presidente del Verona Setti, Di Francesco ha trattato la chiusura del legame con il Cagliari. Come ormai noto, nessun rapporto termina senza la cosiddetta buonuscita. Nulla di nuovo, ma nella collezione del calciomercato estate 2020 questa parola è entrata di diritto nella hit parade delle più utilizzate. Così, dopo giorni di tira e molla si è arrivati alla soluzione definitiva. Di Francesco dovrebbe ricevere dal Cagliari una cifra intorno ai 750 mila euro, in questo caso lordi, e divisi su due anni. Accordo trovato non senza fatica, ma che comunque garantisce alla società rossoblù un risparmio di poco più di un milione di euro netto nelle prossime due stagioni, figlio del milione e mezzo totale dello stipendio del tecnico abruzzese meno, appunto, i circa 400 mila netti della buonuscita.

Nome nuovo
li incontri tra l’entourage di Di Francesco e il Cagliari sono stati l’occasione anche per mettere sul tavolo un nome che potrebbe aggiungersi alla rosa di Leonardo Semplici nella prossima stagione. Stesso agente dell’ormai ex allenatore rossoblù, Pietro Chiodi, e difensore utile per rimpiazzare il sicuro partente Ragnar Klavan sia dal punto di vista numerico sia da quello dell’esperienza. Parliamo di Vlad Chiriches, centrale romeno e compagno di agente e di nazionale del già rossoblù Razvan Marin. In forza al Sassuolo dopo essere arrivato in Italia acquistato dal Napoli, Chiriches sarebbe in uscita dal club neroverde e potrebbe così essere una pedina per puntellare una retroguardia prossima alla rivoluzione. Non solo Klavan, ma anche la querelle Godín e un Walukiewicz che sembrerebbe spingere per la cessione. Con come uniche certezze – o quasi – Andrea Carboni e Luca Ceppitelli. Il quasi è proprio riferito al centrale umbro il cui rinnovo è in stand-by, ma sul quale non dovrebbero esserci problemi di sorta.

Matteo Zizola

 

Al bar dello sport

1 Commento
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti