agenzia-garau-centotrentuno
Tramoni-Brescia-B

Cagliari, Tramoni vola e il riscatto “leggero” fa felice Cellino

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

Il bisogno porta a prendere delle decisioni sul momento corrette, ma che con il passare del tempo possono rivelarsi azzardate. Soprattutto quando si tratta dell’aspetto economico l’uovo di oggi non sempre è meglio della gallina di domani. Come nel poker c’è la componente matematica e quella della fortuna, a volte le carte ti danno una mano e altre ti voltano la faccia.

Exploit

I casi più noti sono quelli di Giovanni Simeone e Guglielmo Vicario. I prestiti con diritto di riscatto, valutazioni che questa prima parte di stagione – dodici milioni per il Cholito e dieci per l’estremo difensore friulano – ha mostrato essere un boomerang. Soldi freschi e interessanti sì, ma che il campo dice essere meno di quelli che potrebbero ricevere Verona e Empoli in caso di cessione futura. C’è poi un terzo giocatore che è stato ceduto la scorsa estate in prestito con diritto di riscatto. Mattéo Tramoni è andato a farsi le ossa, come si suol dire, in quel di Brescia. Serie B, non il massimo campionato, ma pur sempre nella lotta di vertice e ritagliandosi uno spazio da protagonista nell’undici di Filippo Inzaghi. Diciassette presenze, tre gol e un assist il bottino del classe 2000 corso, non male per la stagione d’esordio da titolare nel calcio italiano. E ora l’ex patron rossoblù Massimo Cellino starebbe pensando seriamente all’acquisto definitivo, a maggior ragione se la classifica finale dovesse parlare di un ritorno in Serie A dalla porta principale.

Saldo rossoblù

Un affare per il Brescia, una valutazione affrettata da parte del Cagliari. Questo dicono le statistiche attuali, questo dicono le prestazioni di Tramoni con la maglia delle Rondinelle. D’altronde le cifre rivelate dal Giornale di Brescia non lasciano adito a dubbi. Due milioni e mezzo di euro quanto dovrà sborsare il club di Massimo Cellino in caso di riscatto, pagabili in tre esercizi. Un possibile acquisto che, in caso di promozione in Serie A a fine anno, rappresenterebbe un affare non di poco conto, a maggior ragione considerando la dilazione in tre parti. Difficile dire quanto avrebbe potuto essere utile alla causa rossoblù in questo campionato Mattéo Tramoni, ma l’assenza di un contro-riscatto a favore del Cagliari lascia comunque la palla al Brescia, con tutto ciò che ne consegue. Aggiungendo così un terzo tassello a quelli già dolorosi che rispondono ai nomi di Simeone e Vicario. Tesoretti per il futuro, certo, ma probabilmente inferiori a quanto avrebbero potuto rappresentare.

Matteo Zizola

Al bar dello sport

34 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti