Nandez-Bradaric, destini incrociati

Mentre il Cagliari continua la preparazione nel ritiro di Pejo, continuano le speculazioni sul destino del centrocampo rossoblù.

Come confermato ieri dal presidente Giulini, il mercato si concentra sulla mediana soprattutto dopo la partenza di Barella all’Inter. In difesa appare sempre più probabile la conferma di chi si sta allenando in questi giorni a Pejo sotto lo sguardo attento di Maran, mentre in attacco si attende prima di sfoltire il reparto per poi intervenire più avanti.

A centrocampo invece regnano ormai tre nomi, Nández, Rog e Bradaric.
Il centrocampista uruguaiano appare sempre più vicino al Cagliari, con il Boca che sta analizzando l’offerta inviata ieri da Giulini e che sembrerebbe basata sul pagamento dilazionato e per questo sotto la lente d’ingrandimento del presidente Xeineze Angelici. Alfaro, tecnico attuale di Nández, ha ancora dubbi riguardo la formazione da presentare in Copa Libertadores questo mercoledì in Brasile, come riporta Leandro Aguilera di Tyc Sports: la possibile cessione di Nández viene data come ago della bilancia delle scelte di Alfaro. Nelle prossime ore verrà diramata la lista dei convocati per la trasferta, i dubbi potrebbero essere così sciolti. L’uruguaiano potrrbbe però partecipare alla Copa secondo Claudio Civiello, il quale sostiene che si potrà concretizzare solo dopo il ritorno con l’Atletico Paranense (1° agosto).
Nel frattempo altro stop per l’annuncio di Mirko Rog, prelevato dal Napoli. Il croato dovrebbe arrivare finalmente domani a Pejo ed essere presentato in Trentino al più tardi mercoledì: un piccolo slittamento, ma l’affare è ormai fatto.
Interessanti invece le novità che arrivano dalla Croazia per quel che riguarda Filip Bradaric. Secondo le nostre fonti il regista sarebbe voglioso di cambiare aria e volare in Grecia accettando così la corte del PAOK: la Champions League come occasione unica, ma anche un rapporto mai decollato con Maran le ragioni della scelta, a maggior ragione di fronte alla richiesta di un allenatore come Ferreira che lo voleva già dai tempi del Rijeka quando il tecnico allenava il Braga e che avrebbe anche avuto un colloquio telefonico con il ragazzo per spingerlo verso la Grecia. Sempre dalla Croazia filtra un certo malumore anche per il tentativo di reinventare Bradaric centrale della difesa a 3, con il ragazzo che vede ormai declassata la sua posizione di regista definitivamente.
Partenze e arrivi che potrebbero definirsi in queste ore: i tifosi aspettano, Maran altrettanto, il Cagliari 2019-20 inizia a prendere forma.

Matteo Zizola

Sponsorizzati