agenzia-garau-centotrentuno
cagliari-calcio-giulini-semplici-capozucca-centotrentuno-canu

Cessioni, rinnovi e obiettivi: a che punto è il mercato del Cagliari?

Scopri il nostro canale su Telegramle-notizie-di-centotrentuno-su-telegram

In attesa di portare a termine alcune cessioni tra esuberi e pezzi pregiati, il Cagliari lavora anche sul mercato in entrata. Mettere le basi per poi, una volta incassato dalle partenze, provare gli attacchi concreti e decisivi ai profili messi sul taccuino. Dalle idee ai primi contatti fino alla trattativa vera e propria, obiettivo fissato a luglio quando si volterà pagina e dal bilancio della stagione in corso si entrerà in quello della stagione successiva.

bianchi-immobiliare-centotrentuno

Bonifazi in salita
Alessio Cragno e Guglielmo Vicario non dovrebbero essere più la coppia di fatto nella repubblica dei portieri rossoblù. Uno dei due partirà e non è da escludere che entrambi lascino la Sardegna. Nel caso dell’estremo difensore di Udine si tratterebbe di un prestito (Venezia o Spagna le possibili destinazioni), in quello del classe ’94 di Fiesole di cessione definitiva con il Marsiglia che ci prova e la soluzione italiana che aspetta un possibile effetto domino tra i portieri della Serie A. Il nome in cima alla lista come rimpiazzo è quello di Salvatore Sirigu che potrebbe così chiudere la sua carriera con un ritorno nell’isola. In difesa è in corso una possibile rivoluzione. Carboni unica certezza e Ceppitelli che nell’incontro odierno per il rinnovo di un anno con opzione sul secondo dovrebbe sancire, a scanso di sorprese, la propria permanenza in rossoblù. Il tema Godín e la richiesta di cambiare aria di Walukiewicz impongono nuovi innesti. Se da una parte l’idea Germán Pezzella potrebbe essere naufragata in partenza, l’argentino non ha accolto con favore il sondaggio del Cagliari e valuta altre opzioni, quella per Kevin Bonifazi si scontra con la corsia preferenziale dell’Udinese. I friulani non hanno esercitato il diritto di riscatto a 7 milioni il cui termine scadeva il 16 giugno, ma stanno lavorando intensamente a un rinnovo del prestito con la Spal per un’altra stagione.

Piace Hernani
In mezzo al campo le certezze sono Rog e Marin, senza dimenticare ovviamente la ormai sempre più vicina permanenza di Radja Nainggolan, la cui firma nero su bianco dovrebbe avvenire a luglio per mere questioni di bilancio. Il ritorno di Caligara, come da parole di Capozucca, e quelli di Ladinetti e Biancu potrebbero essere temporanei, i giocatori verranno valutati in ritiroe poi si capirà il loro destino. L’Ascoli, parola del presidente marchigiano, preme per tenere con sé il centrocampista scuola Juve, il Cagliari potrebbe così cercare di inserirlo nella trattativa per il marocchino Sabiri sul quale la concorrenza è però tanta. Il nome nuovo è quello del brasiliano del Parma Hernani, già sul taccuino rossoblù nella passata estate. In un primo momento dal suo entourage era filtrato pessimismo, ma nelle ultime ore è stata aperta la porta al possibile trasferimento in Sardegna. Hernani sarebbe così la soluzione alternativa soprattutto in caso di addio di Deiola, la trattativa per l’estensione del contratto in scadenza nel 2022 è a un punto morto e il suo futuro quantomeno incerto. Inoltre la società rossoblù ha messo da tempo gli occhi sul classe 2003 della nazionale polacco Kacper Kozlowski, di proprietà del Pogon. I rapporti con l’ex club di Walukiewicz sono ottime, ma sul giovane centrocampista si sono posate già le attenzioni dei grandi club europei e italiani. Sulle fasce appare sicura la conferma di Zappa nonostante i tentativi dell’Empoli, mentre per Lykogiannis sarà importante capire se si arriverà alla firma del rinnovo del contratto in scadenza nel 2022. Tripaldelli è stato richiesto dal Vicenza e pertanto il rischio di un restyling totale sulla fascia sinistra è alto.

Sogno Borré
In attacco è tanta la carne al fuoco. Sulla lista dei partenti Giovanni Simeone – Marsiglia, Celta, Sampdoria e Torino al momento interessate – e Alberto Cerri, in bilico tra cadetteria e cessione all’estero, con il Girona che avrebbe chiesto informazioni a riguardo. Pavoletti e Joao Pedro le certezze, Dany Mota il pallino di Giulini, Borré del River il colpo a sorpresa se, come sembra, non dovesse rinnovare con il club argentino. In ogni caso il centravanti colombiano valuterà il proprio futuro solo una volta conclusa la Copa America e il nodo da sciogliere potrebbe essere quello dell’ingaggio, oltre la concorrenza di club turchi, dell’Inter e della Lazio. Riscattato Sottil, ora la palla passa alla Fiorentina che ha tempo fino al 19 giugno per esercitare il controriscatto mentre in casa viola è già calato il sipario sull’era Gattuso. Partiranno certamente Diego Farias e Kiril Despodov a titolo definitivo, sul brasiliano le neopromosse e alcune richieste straniere – Arabia in primis – e sul bulgaro c’è già l’accordo con il Ludogorets e si attende quello tra l’attaccante e il club di Razgrad. Infine Gastón Pereiro, non ufficialmente sulla lista dei partenti, ma che nel caso di offerte da almeno 10 milioni potrebbe lasciare, anche a causa di uno stipendio da 1,4 a stagione che pesa sulle casse del Cagliari.

Matteo Zizola

Al bar dello sport

7 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
sandy-sardinia-spiagge-sardegna