Max Canzi nel giorno della sua presentazione come nuovo tecnico dell Olbia | Foto centotrentuno.com

Che Olbia sarà: 3-5-2, Gagliano, forse Marigosu e il sogno Ragatzu

Olbia cerca una svolta. Dopo una stagione di sofferenze chiusa con i playout, vinti sulla Giana Erminio, i bianchi hanno scelto Max Canzi per provare a vivere un campionato di Lega Pro da protagonisti.

SCARICA LA NOSTRA APP ANDROID SUL PLAY STORE!

E di fatto fin qui il mercato dell’Olbia ha generato diverse aspettative. La conferma di Giandonato e dei prestiti dal Cagliari di Lella e Biancu, gli arrivi di Arboleda e Emerson, ma anche i prossimi colpi sempre sponda Cagliari come quello che porta a Gagliano e, probabilmente, a Marigosu. I bianchi con Canzi avranno un giusto mix di esperienza e voglia di emergere. Aspettando l’arrivo di un portiere titolare visto che la volontà del club sembra quella di affiancare un numero uno al già presente Van der Want. Il candidato numero uno era Ciocci, 2002 della Primavera rossoblù, ma il recente infortunio alla spalla, che lo potrebbe tenere lontano dal campo per alcuni mesi, ha stravolto i piani.

Ma come giocherà la nuova Olbia di Max Canzi? Il tecnico in Primavera ha spesso usato il 4-3-1-2 con il regista e un trequartista a fare da collante tra i reparti. Pressing alto e grande spinta con i terzini mentre le mezzali facevano densità in area di rigore. L’Olbia al momento ha gli uomini per giocare in questo modo: ha un play, Biancu, ha dei trequartisti di prospettiva e interessanti come l’ex Cagliari Doratiotto o il giovane 2003 Belloni, a cui potrebbe aggiungersi anche Marigosu. Sulla fascia ci sono Pitzalis a sinistra e Arboleda/Pisano a destra. E forse è proprio la presenza di terzini “classici” e un po’ meno di spinta continua sulla fascia che potrebbe indurre il tecnico milanese a un cambio di modulo. Un 3-5-2 che permetta rifornimenti continui in area. Emerson farà il play basso mentre il quinto di fascia a sinistra potrebbe farlo anche Doratiotto, o Marigosu in caso di passaggio a Olbia dopo la convocazione in Under 20 con la Nazionale. In attacco Cocco con Gagliano avranno il difficile compito di sostituire l’ultimo salvatore della patria: Roberto Ogunseye. Infine qualche cessione potrebbe portare anche a dei nuovi innesti sul mercato provenienti non per forza dal Cagliari (sempre stando attenti alla nuova lista della Lega Pro che prevede al massimo 22 giocatori più un giovane dal 2001 in giù), senza dimenticare che Ragatzu è senza squadra e un suo ritorno tra i bianchi cambierebbe tutto e aprirebbe davvero alla strada dei sogni in casa Olbia.

Roberto Pinna

TAG:  Serie C
 

AL BAR DELLO SPORT

guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti